Quando esce GPT 5? Ecco una possibile data

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it GPT-5

Recentemente, secondo quanto riportato da Business Insider e basandosi su fonti anonime ma informate, si sta diffondendo la notizia che la data di uscita di GPT-5 da parte di OpenAI potrebbe verificarsi nei prossimi mesi. Questo sviluppo è atteso con grande interesse dalla comunità tecnologica e dagli addetti ai lavori, anche se, come da prassi, da parte di OpenAI e del suo CEO, Sam Altman, non sono state fornite né conferme né smentite ufficiali riguardo a tali speculazioni.

Da qualche tempo circolano voci su un possibile debutto di GPT-5, che, secondo le informazioni emerse, potrebbe essere previsto per la metà del 2024, idealmente prima dell’estate. Tuttavia, non si esclude la possibilità di un rinvio. È interessante notare che alcuni partner commerciali di spicco nell’ambito enterprise hanno già iniziato a sperimentare le nuove funzionalità offerte da questo avanzamento tecnologico.

GPT-5 promette di rappresentare un salto qualitativo notevole rispetto al suo predecessore, il GPT-4, incluso l’aggiornamento GPT-4 Turbo annunciato nel novembre precedente. Questi miglioramenti riguardano tanto le prestazioni quanto l’affidabilità delle risposte fornite, ampliando ulteriormente le potenzialità dell’intelligenza artificiale in termini di elaborazione e generazione di contenuti testuali su richiesta.

La fase di addestramento e i test

Al momento, GPT-5 si trova ancora nella fase di addestramento, che sarà seguita da una serie di test accurati. Questo processo è essenziale per assicurare che le applicazioni basate su questa nuova versione non soffrano dei problemi comunemente associati all’IA generativa, come le cosiddette “allucinazioni”. Per questo scopo, OpenAI coinvolgerà non solo il proprio personale ma anche un gruppo selezionato di tester esterni. Questa fase potrebbe protrarsi più a lungo del previsto, implicando potenziali slittamenti nella roadmap di lancio.

GPT-5 non sarà fondamentale solo per la prossima evoluzione di ChatGPT, ma anche per altri strumenti di intelligenza artificiale come Copilot di Microsoft, che già beneficiano delle capacità offerte da questa tecnologia. Data la sua integrazione sempre più stretta con il sistema operativo Windows, l’imminente arrivo di GPT-5 riveste un’importanza cruciale per chiunque utilizzi un computer, segnando un passo avanti significativo nel campo dell’IA.