Mercurio si svela nel cielo serale e la Luna sfoggia un’eclissi penombrale: è in arrivo uno spettacolo celeste (quasi) simultaneo

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Mercurio e Luna

Il cielo notturno del 25 marzo 2024 ci riserva eventi astronomici di straordinaria bellezza: una rara eclissi penombrale di Luna al mattino e la visibilità di Mercurio a occhio nudo durante la serata. Un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di astronomia, offrendo l’opportunità unica di osservare due fenomeni celesti eccezionali in meno di 24 ore.

La mattina del 25 marzo si presenterà con lo spettacolo di un’eclissi penombrale di Luna. Questo tipo di eclissi si verifica quando il satellite naturale della Terra attraversa solamente la penombra terrestre, risultando in un’allineamento di Sole, Terra e Luna. Durante l’evento, il disco lunare, che sarà in fase di piena, apparirà meno luminoso del solito, ma rimarrà comunque visibile in tutto il suo splendore, seppur leggermente “sbiadito”.

L’eclissi sarà osservabile da quasi ogni angolo del globo, con visibilità estesa su vasta scala: dalla maggior parte dell’Europa all’Asia settentrionale e orientale, dall’Australia all’Africa, e attraverso le Americhe fino ai remoti confini del Pacifico, dell’Atlantico, dell’Artico e dell’Antartide. In Italia, gli osservatori saranno in grado di godere della prima parte dell’eclissi, anche se il picco dell’evento non sarà visibile. La sequenza temporale dell’eclissi vedrà la Luna entrare nella penombra alle 5:53, raggiungere il massimo alle 8:12 (non visibile in Italia), e concludersi con l’uscita dalla penombra alle 10:32.

La splendida visibilità di Mercurio

Curiosamente, la piena luna di marzo è denominata “Luna del Verme” o “Luna del Lombrico” dagli indigeni americani, riferendosi ai lombrichi che emergono dal terreno all’inizio del riscaldamento primaverile, segnale tradizionale del ritorno dei pettirossi. L’epiteto gioca anche con l’assonanza in lingua inglese tra “worm” (lombrico) e “warm” (tiepido), in allusione al miglioramento delle temperature.

La serata del 25 marzo sarà altrettanto memorabile con Mercurio che, dopo il tramonto del Sole, diverrà visibile a occhio nudo per circa un’ora e 39 minuti. Questo pianeta, il più prossimo al Sole e perciò spesso difficile da scorgere, offrirà una delle sue migliori apparizioni serali dell’anno 2024. Il 24 marzo, Mercurio raggiungerà la massima elongazione, ovvero la massima distanza angolare dal Sole, garantendo così condizioni ottimali per la sua osservazione il giorno successivo. La posizione del pianeta sarà tale da permetterne la facile identificazione nel cielo serale del 25 marzo intorno alle 19:10.

Questi eventi astronomici del 25 marzo 2024 rappresentano un’occasione unica per gli appassionati di astronomia e per chiunque desideri avvicinarsi all’osservazione del cielo. Un doppio appuntamento celeste che sottolinea la meraviglia e la dinamicità dell’universo che ci circonda.