Ritrovati i frammenti dell’asteroide esploso a Berlino: perché è un evento eccezionale

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it 2024 BX1

Il 26 gennaio 2024, nei dintorni di Nauen, una cittadina situata a circa 40 chilometri ad ovest di Berlino, sono stati rinvenuti numerosi frammenti di un piccolo asteroide noto come 2024 BX1. Questo corpo celeste, lungo solo un metro, aveva catturato l’attenzione del mondo intero una settimana prima, quando, il 21 gennaio alle 01:25, si era trasformato in una spettacolare palla di fuoco nel cielo settentrionale della Germania.

La sua comparsa, avvenuta appena tre ore dopo la sua scoperta, aveva illuminato il cielo notturno, creando un fenomeno visivo mozzafiato. La difficoltà nell’individuare asteroide di dimensioni così ridotte al momento del loro ingresso nell’atmosfera terrestre è notevole. Tuttavia, i progressi tecnologici nel campo del monitoraggio spaziale stanno rendendo queste scoperte sempre più frequenti e accurate.

Dall’avvistamento all’impatto

L’asteroide 2024 BX1 è entrato per la prima volta nei radar degli astronomi il 20 gennaio 2024 alle 22:48, grazie alla prontezza e all’expertise del ricercatore ungherese e cacciatore di asteroidi Krisztián Sárneczky. Egli ha immediatamente notificato il Minor Planet Center, un’istituzione di primo piano nella ricerca e nell’osservazione di piccoli pianeti e asteroidi. In seguito a questa scoperta, un numero considerevole di osservatori astronomici e telescopi si sono concentrati su BX1, confermando una probabilità di impatto con la Terra del 100%. Tra questi strumenti di osservazione, vi era anche Scout della NASA, un avanzato sistema di monitoraggio e valutazione del rischio.

Questo mini-asteroide, così definito dai media per le sue dimensioni contenute, era previsto impattare nell’atmosfera terrestre in circa due ore, con un punto di impatto stimato a 50 chilometri a ovest di Berlino.

Il 21 gennaio, alle 01:25, l’asteroide 2024 BX1 è entrato nell’atmosfera terrestre, scomparendo dalla vista dei telescopi. Pochi istanti dopo, una brillante palla di fuoco ha attraversato il cielo (qui il video), segnando la fine del viaggio di BX1. Mentre l’asteroide bruciava nell’atmosfera, si è disintegrato in innumerevoli frammenti di piccole dimensioni.

Grazie al preavviso di tre ore e alla rapida diffusione della notizia sui social media, numerose persone in Germania e in altri paesi europei hanno avuto l’opportunità di osservare e registrare con i loro smartphone questo spettacolo celeste di rara bellezza, testimoniando così un momento unico nel suo genere.