Google introduce Gemini Pro per Bard in Italia: rivoluzione nell’Intelligenza Artificiale

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Gemini Pro in Bard

Google ha recentemente annunciato un’importante espansione per il suo modello di linguaggio avanzato, Gemini Pro, integrandolo con Bard, il suo chatbot evoluto, ora disponibile in ulteriori 40 lingue, tra cui l’italiano. Questo aggiornamento permette a chiunque di sperimentare gratuitamente le capacità di Gemini Pro attraverso Bard, noto per le sue competenze linguistiche quasi umane. In aggiunta, Google introduce un innovativo sistema di verifica delle risposte, migliorando significativamente l’interazione con l’intelligenza artificiale.

Con l’introduzione di Gemini Pro, Bard acquisisce la capacità di valutare l’accuratezza delle sue risposte confrontandole con i contenuti web. Questo sistema di verifica permette agli utenti di cliccare sulle frasi evidenziate per esplorare le informazioni che confermano o contraddicono quanto affermato, una funzionalità che ricorda quella presente in Copilot di Microsoft. Tale evoluzione rappresenta un passo avanti significativo nella fiducia e nell’affidabilità attribuite alle risposte fornite dai chatbot.

Cosa rappresenta Gemini Pro nell’ecosistema dell’IA?

Gemini Pro fa parte di una famiglia di modelli di linguaggio di grandi dimensioni, lanciati durante l’estate e comprendenti anche Gemini Ultra e Gemini Nano. Questi modelli sono definiti multimodali perché capaci di interpretare diversi tipi di input, inclusi testo, immagini, audio, video e codice di programmazione. Gemini Ultra si distingue come il modello più avanzato, ideale per compiti di elevata complessità, mentre Gemini Nano è stato ottimizzato per l’uso su dispositivi mobili di fascia alta, come i Google Pixel e i nuovi Samsung Galaxy S24.

Prima dell’integrazione con Gemini Pro, Bard operava tramite il modello LaMDA, limitato alla produzione di testo. Nel maggio 2023, è stato poi aggiornato con PaLM 2, un modello multimodale, sebbene meno potente di Gemini Pro. Quest’ultimo aggiornamento non solo amplia le capacità linguistiche di Bard ma introduce anche la possibilità di generare immagini, al momento disponibile solo in inglese su piattaforme desktop e mobile web. Questa funzionalità permette agli utenti di trasformare in immagini le proprie idee, descrivendo semplicemente ciò che immaginano.

La continua evoluzione di Bard, grazie all’integrazione di Gemini Pro e al nuovo sistema di verifica delle risposte, segna un momento significativo nell’ambito dell’intelligenza artificiale, rendendo l’interazione con questi strumenti sempre più intuitiva, affidabile e ricca di possibilità.