Il “bacio” tra Luna e Giove, visibile a occhio nudo tra le stelle cadenti, ci aspetta oggi 25 novembre

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Bacio Luna Giove rappresentazione artistica

La serata di oggi, 25 novembre 2023 si tinge di magia astronomica con il ritorno dell’affascinante fenomeno noto come il “bacio” tra Luna e Giove. Un evento che, pur non essendo rarissimo, cattura sempre l’attenzione degli appassionati di astronomia e degli amanti del cielo stellato. La peculiarità di questo spettacolo celeste risiede nella sua visibilità a occhio nudo, condizione che permette a chiunque di ammirare la bellezza del cielo, sempre che il meteo lo consenta. Ad arricchire ulteriormente l’evento, quest’anno si aggiunge la presenza dello sciame meteorico delle Alfa Monocerontidi, in un periodo di particolare intensità.

L’evento di questa sera è descritto dettagliatamente dall’Unione Astronomica Internazionale. Giove e la Luna, posizionati entrambi nella costellazione dell’Ariete, saranno visibili in una posizione predominante nel cielo. Intorno alle ore 21:00 di oggi, questi due corpi celesti si presenteranno altissimi sull’orizzonte, offrendo uno spettacolo impareggiabile. La Luna, in particolare, si avvicinerà alla sua fase di piena, prevista per il 27 del mese, mentre Giove brillerà con la sua consueta maestosità, rendendo l’intero panorama celeste ancor più suggestivo.

Le stelle cadenti Alfa Monocerontidi: uno spettacolo extra

In aggiunta al sorprendente “bacio” tra Luna e Giove, gli osservatori avranno il privilegio di assistere a un ulteriore fenomeno astronomico: lo sciame delle stelle cadenti delle Alfa Monocerontidi. Questo sciame, nonostante non sia tra i più famosi, ha la capacità di regalare momenti di grande bellezza, grazie alla sua attuale fase di massima attività.

Il radiante, ovvero il punto dal quale queste meteore sembrano scaturire, situato tra le costellazioni del Cane Minore e dell’Unicorno, diverrà osservabile a partire dalle 23:00. Il momento clou si verificherà intorno alle 04:00, quando le meteore saranno visibili ad un’altezza di circa 45° sull’orizzonte, creando uno spettacolo celeste di rara bellezza.

Fonte: GreenMe