Appuntamento a questa sera 14 marzo 2024 con il “bacio” tra Luna e Giove accanto alle Pleiadi

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Bacio Luna Giove Pleiadi

Questa sera, giovedì 14 marzo 2024, il cielo ci regalerà  un fenomeno astronomico particolarmente affascinante: il cosiddetto “bacio” tra la Luna, Giove e le Pleiadi. Questo incontro celeste avverrà in una scena spettacolare dove una sottile falce di Luna crescente si muoverà tra le costellazioni dell’Ariete e del Toro, allontanandosi da Giove per avvicinarsi all’ammasso delle Pleiadi. Questo evento sarà visibile a occhio nudo, condizioni meteorologiche permettendo, rendendolo accessibile a tutti gli entusiasti dell’astronomia.

Nel mese di marzo, Giove si distingue come uno degli astri più brillanti del cielo serale, localizzabile in direzione Sud-Ovest subito dopo il tramonto. Nel corso delle settimane, lo vedremo abbassarsi progressivamente all’orizzonte. Da non dimenticare sono i suoi quattro satelliti galileiani: Io, Europa, Ganimede e Callisto, osservabili come puntini luminosi che si dispongono attorno al pianeta in configurazioni dinamiche​​.

Il cielo di marzo continua a offrirci la visione delle costellazioni invernali, benché queste inizino a spostarsi verso sud-ovest. Notabile è la presenza delle costellazioni del Leone e della Vergine, che emergono ad oriente già nelle prime ore della notte. La Grande Nebulosa di Orione, visibile anche a occhio nudo sotto le tre stelle della cintura di Orione, rimane uno dei punti focali per gli osservatori del cielo. Altre stelle e costellazioni di rilievo includono Aldebaran nel Toro, Capella nell’Auriga, e Sirio, la stella più brillante del cielo notturno​​.

Eventi celesti di marzo

Oltre al “bacio” Luna-Giove-Pleiadi, marzo ci riserva altri eventi astronomici notevoli. La Luna Nuova del 10 marzo, ad esempio, rappresenta il momento ideale per l’osservazione stellare, data l’assenza di luce lunare che potrebbe ostacolare la vista​​. Inoltre, il 20 marzo si celebra l’equinozio di primavera, momento in cui giorno e notte hanno durata uguale, segnando l’inizio della primavera nell’emisfero settentrionale​​.

Il fenomeno delle maree, causato dall’attrazione gravitazionale combinata di Sole e Luna, rimane uno degli aspetti più affascinanti dell’osservazione astronomica. Queste oscillazioni regolari del livello del mare offrono un’ulteriore dimostrazione dell’influenza celeste sul nostro pianeta​​. Questo mese, quindi, alzate lo sguardo al cielo per non perdervi lo spettacolo offerto dall’astronomia. Che siate esperti osservatori o semplici ammiratori della volta celeste, il cielo di questo marzo promette emozioni e scoperte per tutti.

Fonte: GreenMe