Fusione fredda: gli E-Cat domestici prodotti in Cina dai robot?

cina e-cat

Come fare a commercializzare un milione di E-Cat domestici entro l'autunno di quest'anno? Dando per buono il funzionamento del catalizzatore messo a punto da Andrea Rossi, ormai seguitissimo negli Stati Uniti, si pensa al modo in cui la sua versione domestica entrerà (forse) a far parte delle nostre vite.

L'interesse suscitato dal dispositivo, che promette di modificare le nostre sorti energetiche, ormai è andato oltre le chiacchiere. Ma come fare a produrre in tempo tutti questi dispositivi e senza mettere le mani in tasca agli acquirenti? Stando a quanto riporta il Journal of Nuclear Physics, un modo per superare la logistica e le sfide di prezzo potrebbe essere quella di costruire in Cina il dispositivo e spedirlo ai centri di distribuzione.

Sappiamo infatti che la Cina fornisce forza lavoro a basso costo. Ma non è solo la forza lavoro economica a far pensare al paese come al principale produttore di E-Cat. Si pensa anche all'utilizzo dei robot, ancor più “economici” della manodopera “umana”, come ha descritto Martin Ford nel suo libro “The Lights In The Tunnel

Ed è esattamente ciò che la società sta facendo, stando alle parole di Rossi, che tuttavia non menziona il luogo dove dovrebbe nascere la fabbrica dell'E-Cat.

Nonostante i dubbi, a quanto pare l'E-Cat per uso domestico dovrebbe davvero sbarcare sul mercato in autunno, precisamente a settembre. A confermarlo sul Journal, è stato ancora una volta Rossi, rispondendo all'utente Guido Chiostri. Quest'ultimo però si è posto e gli ha posto anche un'altra domanda: “Ho letto su questo stesso blog che Lei si appresta a produrre e a mettere sul mercato un milione di E-Cat per uso domestico. Se non ho inteso male l’inizio della commercializzazione è previsto per l’autunno 2012. Dato che nessun prodotto, soprattutto se destinato ad un mercato di massa di privati utilizzatori, può essere venduto 'a scatola chiusa' cioè se prima non è stato pubblicamente presentato e descritto nella sua forma definitiva, sarebbe interessante sapere per quando, nel periodo intercorrente tra oggi e l’autunno 2012, è prevista la presentazione ufficiale al mercato del prodotto in questione”.

E l'ingegnere ha così replicato: “Faremo la presentazione non appena le certificazioni saranno completate, probabilmente a settembre”.

Nella peggiore delle ipotesi, tra circa 9 mesi sapremo quali misteri si celano dietro all'E-Cat. Un vero e proprio parto.

Francesca Mancuso

NextMe.it

ultime

+ lette

NextMe.it è un supplemento di greenMe.it Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001 - © Copyright 2009-2012