Starship di SpaceX: booster esploso dopo l’atterraggio? Le immagini trapelate

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Super Heavy

SpaceX ha raggiunto un traguardo significativo con il booster del quarto volo di Starship, che è stato il primo nella storia del programma ad atterrare dolcemente in acqua. Tuttavia, un’immagine presumibilmente trapelata e un’analisi da parte di un fan sui social media suggeriscono che il booster potrebbe essere esploso dopo la conclusione del test.

I test di SpaceX con Starship sono progettati per mettere alla prova i razzi fino al punto di guasto, permettendo miglioramenti successivi. Nonostante ciò, l’azienda ha ricevuto critiche per i primi tre voli, spesso descritti come fallimenti a causa delle esplosioni involontarie o delle cosiddette “Rapid Unscheduled Disassembly” (RUD) come le chiama SpaceX.

Ora, un’immagine trapelata relativa agli ultimi momenti del booster del quarto volo, unita all’analisi di un utente sui social media, insinua che il booster potrebbe essere esploso dopo essersi ribaltato al termine del suo profilo di ritorno.

Analisi e conferme dai social media

I fan di SpaceX sui social media sono rimasti sorpresi ieri quando l’utente di X, BocasBrain, ha condiviso un’immagine di un’esplosione che poteva solo essere del booster Super Heavy del quarto volo. L’immagine mostrava una nuvola a fungo arancione visibile da una boa simile a quella utilizzata da SpaceX per catturare le viste finali del test del razzo.

Subito dopo la condivisione dell’immagine, l’utente di X, mcrs987, noto come TheSpaceEngineer, ha condotto un’analisi dettagliata. Basandosi sulla sua conoscenza dell’illuminazione e del montaggio di immagini, l’utente ha suggerito che, a giudicare dalla prospettiva distorta e dalla cornice quadrata visibile in basso a destra, l’immagine sembrava catturare un filmato in esecuzione su un monitor. Sebbene ammetta che la distorsione potrebbe essere dovuta anche alle doppie lenti delle telecamere sulla boa, ha aggiunto che il filmato potrebbe essere distorto anche a causa delle gocce d’acqua che hanno “deformato” la discesa del booster.

Ulteriori dettagli sull’analisi

L’utente ha poi osservato che la luce dell’esplosione si diffonde attraverso la luce di segnalazione della boa. Secondo lui, sarebbe piuttosto difficile creare l’effetto diffusivo e gli autori di un’ipotetica immagine falsa dovrebbero fare “sforzi estremi” solo per ingannare un gruppo di persone.

Un altro elemento di prova, che l’utente mcrs987 ammette potrebbe essere indizio di un’immagine falsa, sono le nuvole sopra la nuvola a fungo. Queste sembrano allinearsi perfettamente con le riprese di SpaceX dell’atterraggio del booster e il “riflesso molto visibile e il bagliore sulle nuvole” sono “incredibilmente difficili da replicare su un’immagine già esistente”, secondo l’analisi.

Un confronto con le esplosioni precedenti di Starship di SpaceX mostra anche che il colore della palla di fuoco nell’immagine trapelata è piuttosto simile. Questi dettagli, combinati con un rapporto della FAA su un precedente test di Starship, portano mcrs987 a concludere che il downcomer del Super Heavy probabilmente è fallito dopo essersi ribaltato in acqua. Il downcomer, un tubo che attraversa i serbatoi per trasportare il carburante ai motori, è una parte notoriamente problematica e un booster di Starship è stato danneggiato nel 2022 dopo un guasto durante i test.

L’infrasuono e le ultime conferme

I dati sugli infrasuoni del booster condivisi da LabPadre su X mostrano anche un’attività crescente dopo lo spegnimento della combustione di atterraggio. Questo era il “pezzo finale di prova che potrebbe mettere il chiodo nella bara” che mcrs987 stava aspettando. L’utente di X appare convinto che l’ultimo set di dati confermi il sospetto che il booster potrebbe essere esploso quando si è ribaltato dopo l’atterraggio:

I dati sugli infrasuoni contengono toni di echi e un picco più forte di quello che potrebbe essere la combustione di atterraggio o i boom sonici del veicolo proprio all’avvio.