Risolto un mistero centenario che riscrive le regole della fisica moderna

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it mistero fisica moderna

La transizione di un solido allo stato liquido, definita punto di fusione, ha da sempre catturato l’attenzione della comunità scientifica. Utilizzando diagrammi di temperatura e pressione per esplorare le condizioni in cui solidi, liquidi e gas esistono simultaneamente, la questione se sia possibile prevedere con precisione questo specifico punto per diversi materiali ha rappresentato una sfida costante.

In questo contesto, il lavoro del professor Kostya Trachenko presso la School of Physical and Chemical Sciences dell’Università Queen Mary di Londra emerge come una pietra miliare. Trachenko ha introdotto un’innovativa teoria universale che permette di anticipare i punti di fusione di un’ampia varietà di sostanze, segnando un avanzamento significativo nel settore della fisica della materia condensata. Al centro di questa scoperta si trova un’equazione parabolica, sia semplice che efficace, che mappa le linee di fusione. Basata su progressi recenti nella comprensione dei liquidi, l’equazione connette i punti di fusione a costanti fisiche basilari, come la costante di Planck e le caratteristiche dell’elettrone, svelando una universalità inaspettata nel comportamento di fusione dei materiali, da gas nobili a metalli.

Un passo avanti nella fisica della materia condensata grazie a Kostya Trachenko

Quest’approccio non solo conferma la possibilità di determinare con esattezza i punti di fusione per una gamma diversificata di materiali ma apre anche la strada a una comprensione più profonda della coerenza intrinseca nei processi di fusione, proponendo nuovi metodi per la manipolazione e l’uso dei materiali.

Le implicazioni di tale scoperta sono ampie e toccano settori chiave come la scienza dei materiali, l’industria farmaceutica e lo sviluppo di nuovi materiali avanzati. Questa teoria non solo sposta i confini di ciò che è considerato possibile in termini di fusione ma facilita anche la creazione di composti personalizzati, promettendo materiali super resistenti e innovativi