Pixel 8 a rischio? Google rilascia patch di sicurezza e un programma di riparazione esteso

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Google Pixel 8

Google ha recentemente annunciato due importanti iniziative per migliorare la sicurezza e la funzionalità dei suoi dispositivi Pixel. Da un lato, ha rilasciato patch di sicurezza per circa 50 vulnerabilità, mentre dall’altro ha esteso il Programma di riparazione per il Pixel 8 per affrontare problemi di display.

Google ha individuato una vulnerabilità ad alta gravità, tracciata come CVE-2024-32896, già sfruttata in attacchi mirati. Questa falla di sicurezza è stata inclusa nel recente aggiornamento di patch che copre circa 50 vulnerabilità. Google ha dichiarato che “ci sono indicazioni che CVE-2024-32896 possa essere sfruttata in modo limitato e mirato”. L’azienda ha assicurato che tutti i dispositivi Google supportati riceveranno un aggiornamento al livello di patch 2024-06-05 e ha esortato i clienti ad accettare questi aggiornamenti per proteggere i loro dispositivi.

Come installare le patch di sicurezza sui dispositivi Pixel

Per installare le patch di sicurezza, segui questi passaggi:

  1. Vai su Impostazioni.
  2. Tocca Sicurezza e privacy.
  3. Seleziona Sistema e aggiornamenti.
  4. Tocca Aggiornamento di sicurezza.
  5. Tocca Installa e riavvia il dispositivo per completare il processo di aggiornamento.

Programma di riparazione esteso per Pixel 8: risoluzione dei problemi di display

Parallelamente, Google ha ampliato il Programma di riparazione per il Pixel 8 per includere la riparazione di dispositivi con problemi di linee verticali e sfarfallio del display. Questa estensione consente ai proprietari di Pixel 8 di risolvere tali problemi entro tre anni dall’acquisto, purché il dispositivo rientri nei criteri di idoneità.

Il tuo Pixel 8 potrebbe essere idoneo al Programma di riparazione esteso se:

  • Il display mostra una linea verticale dalla parte inferiore alla parte superiore o presenta sfarfallii.
  • La serie del dispositivo, come il numero IMEI o il numero di serie, è stata verificata da Google o da un partner autorizzato per le riparazioni, rendendolo idoneo al programma.

Se il tuo Pixel 8 presenta i problemi indicati, puoi:

  • Contattare Google.
  • Rivolgerti a un partner autorizzato per le riparazioni.
  • Contattare l’assistenza presso il punto di acquisto originale.

Una volta ricevuto lo smartphone, verrà esaminato per verificare la sua idoneità al programma prima di procedere con la riparazione. Il programma offre una sostituzione gratuita del display per i dispositivi idonei.

Condizioni e limitazioni del programma

È fondamentale considerare che se il display o il vetro protettivo del tuo Pixel 8 sono danneggiati, o se il dispositivo presenta danni come la penetrazione di liquidi, potrebbe non essere idoneo per questo programma. In questi casi, o se il dispositivo presenta danni fuori garanzia, la riparazione potrebbe comportare dei costi aggiuntivi.

Prima di portare o spedire lo smartphone per la riparazione, è consigliabile eseguire il backup dei dati sul proprio Account Google. Per farlo, apri l’app Impostazioni del tuo smartphone, tocca Sistema, Backup e poi Esegui ora il backup. Successivamente, metti lo smartphone in modalità riparazione, disponibile nel menu Sistema.

Le riparazioni effettuate nell’ambito di questo Programma di riparazione esteso sono garantite per 90 giorni. Tuttavia, questo programma non estende la copertura della garanzia standard del Pixel 8.

Precedenti vulnerabilità sui dispositivi Pixel

Non è la prima volta che Google si trova a dover rilasciare patch di sicurezza per risolvere vulnerabilità sui suoi dispositivi Pixel. Ad aprile, l’azienda ha dovuto affrontare due vulnerabilità zero-day sfruttate da società forensi per sbloccare i telefoni degli utenti senza PIN e accedere ai loro dati. Queste vulnerabilità, CVE-2024-29745 e CVE-2024-29748, riguardavano un bug di divulgazione di informazioni ad alta gravità nel bootloader dei Pixel e un bug di escalation dei privilegi nel firmware dei dispositivi. Anche in quei casi, le problematiche sono state risolte con patch rilasciate da Google, esattamente come avverrà con l’attuale vulnerabilità.