Hubble scatta una foto allarmante di due galassie che si scontrano l’una con l’altra

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it due galassie che si scontrano

Il Telescopio Spaziale Hubble, una delle più rilevanti realizzazioni della NASA, ha recentemente catturato una straordinaria immagine raffigurante il fenomeno di collisione tra due imponenti galassie. Questa immagine mozzafiato rivela in dettaglio il processo di fusione tra la galassia a spirale NGC 6040 e la sua controparte, la galassia a spirale LEDA 59642.

Situato a circa 570 milioni di anni luce dal nostro pianeta, questo evento cosmico viene descritto dalla NASA come una “fusione mostruosa”. Questa fusione ha portato alla creazione di una nuova entità, nota come Arp 122. Questo processo, che potrebbe risultare in una singolare struttura amalgamata di polvere, gas e materia oscura, richiederà centinaia di milioni di anni per completarsi.

Contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, queste collisioni galattiche sono fenomeni estremamente lenti. Un esempio vicino a noi è la collisione prevista tra la nostra Via Lattea e la Galassia di Andromeda, che, nonostante sia in una traiettoria diretta di collisione, non avrà luogo prima di altri 4 miliardi di anni.

Le fusioni galattiche

Gli astronomi hanno a lungo studiato le fusioni galattiche in tutto l’universo, scoprendo che spesso queste portano alla formazione di galassie più massicce. Questo processo è considerato un fattore chiave nella formazione di galassie ellittiche giganti, come Cygnus A. Secondo studi condotti dall’Harvard Center for Astrophysics, tra il 5 e il 25 percento di tutte le galassie sono attualmente in fase di fusione, con la varietà delle forme osservate attribuibile a interazioni gravitazionali.

Inoltre, si sospetta che queste tumultuose collisioni siano strettamente connesse al processo di formazione stellare, un argomento ancora molto dibattuto e avvolto nel mistero. Le collisioni galattiche come quella tra NGC 6040 e LEDA 59642 offrono agli scienziati preziose opportunità di studio. Come sottolineato dalla NASA, sarebbe affascinante osservare l’aspetto finale di Arp 122, anche se questo evento si verificherà in un futuro molto lontano.