Ci aspettano tre sere ricche di stelle cadenti con sei sciami meteorici a partire da oggi!

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it sciami meteorici

Questa settimana, il cielo notturno offrirà uno spettacolo mozzafiato con il picco di sei sciami meteorici. Gli appassionati di astronomia e gli osservatori occasionali avranno la possibilità di ammirare questo fenomeno straordinario.

Gli sciami meteorici in questione sono le xi Draconidi, le Liridi di giugno, le theta Ofiuchidi, le Aquilidi, le gamma Draconidi e le lambda Sagittaridi, con i picchi di attività che si verificano tra il 16 e il 19 giugno.

Date e orari dei picchi di attività

Xi Draconidi e Liridi di Giugno. La notte tra il 16 e il 17 giugno sarà illuminata dalle xi Draconidi e dalle Liridi di giugno. Le xi Draconidi, con un picco intorno alle 02:00, saranno visibili per tutta la notte. Questi sciami raggiungeranno un’altezza di oltre 80° nel cielo, offrendo uno spettacolo straordinario agli osservatori. Le Liridi di giugno, anch’esse in picco durante la stessa notte, promettono un’abbondanza di meteore.

Theta Ofiuchidi e Aquilidi. La notte successiva, tra il 17 e il 18 giugno, sarà il turno delle theta Ofiuchidi e delle Aquilidi. Le theta Ofiuchidi, che raggiungeranno il loro massimo alle 01:00, saranno visibili a circa 25° sull’orizzonte. Le Aquilidi, con un picco previsto intorno alle 03:00, saranno visibili a oltre 45° di altezza. Questi sciami, sebbene meno intensi rispetto alle xi Draconidi, offriranno comunque un’opportunità unica per ammirare le stelle cadenti.

Gamma Draconidi e Lambda Sagittaridi. Il ciclo di attività culminerà con le gamma Draconidi e le lambda Sagittaridi. Le gamma Draconidi saranno visibili tra il 18 e il 19 giugno, raggiungendo quasi 85° nel cielo durante il loro picco. Le lambda Sagittaridi, visibili tra il 19 e il 20 giugno, chiuderanno questo straordinario spettacolo astronomico, con un picco notturno che illuminerà il cielo.

Come osservare le meteore

Per osservare al meglio le meteore, è consigliabile recarsi in aree con bassa inquinamento luminoso. Le xi Draconidi e le gamma Draconidi, in particolare, saranno visibili molto alte nel cielo, rendendo più facile la loro osservazione anche in aree con moderato inquinamento luminoso. Utilizzare binocoli o telescopi può migliorare l’esperienza, ma spesso la visione ad occhio nudo è la più affascinante.

Prima di pianificare una notte di osservazione, è essenziale controllare le previsioni meteo. Cieli chiari e senza nuvole sono fondamentali per una buona visibilità delle meteore. Portare con sé coperte, sedie comode e bevande calde può rendere l’esperienza più piacevole, soprattutto nelle ore più fredde della notte.