Apple WWDC 2024: cosa aspettarsi, inclusi iOS 18, IA e altro ancora

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Apple WWDC 2024

Il momento tanto atteso dagli sviluppatori Apple è alle porte: il Worldwide Developers Conference (WWDC) 2024 sta per iniziare. Questo evento sarà l’occasione perfetta per scoprire le prossime importanti novità dei sistemi operativi Apple, permettendo agli sviluppatori di preparare le loro app in vista del lancio ufficiale previsto per l’autunno. Apple svelerà sicuramente alcune delle principali caratteristiche di iOS 18 e iPadOS 18, oltre a novità riguardanti watchOS, macOS e visionOS.

WWDC 2024: data e programma dell’evento

WWDC 2024 si terrà dal 10 al 14 giugno. Il clou dell’attenzione sarà sul keynote di Apple, fissato per le 13:00 ET del 10 giugno. Potrai seguire il keynote su apple.com, tramite l’app Apple Developer, l’app Apple TV e il canale YouTube di Apple. Durante il keynote, Apple tende a rivelare molte delle funzionalità chiave delle nuove versioni dei suoi principali sistemi operativi: iOS, iPadOS, macOS, watchOS e molto probabilmente visionOS. Sebbene Apple abbia utilizzato il keynote del WWDC anche per svelare nuovi hardware negli anni passati, quest’anno ci aspettiamo che l’attenzione sia meno focalizzata su questo aspetto.

L’impatto dell’Intelligenza Artificiale nei sistemi operativi di Apple

Nonostante Apple abbia evitato di menzionare troppo spesso l’intelligenza artificiale (AI) durante i suoi eventi, non si può ignorare il buzzword tecnologico degli ultimi due anni: l’AI generativa. Si prevede che Apple integrerà ChatGPT di OpenAI in iOS 18, offrendo anche aggiornamenti significativi a Siri. Questa integrazione potrebbe portare a funzionalità pratiche come risposte suggerite per email e messaggi, sintesi di testi, trascrizioni di memo vocali e strumenti di ritocco fotografico migliorati nelle app principali. Apple cercherà di gestire il più possibile l’elaborazione AI direttamente sui dispositivi, garantendo la privacy degli utenti.

Le novità attese per iOS 18 e iPadOS 18

Numerose nuove funzionalità arriveranno nelle app di iOS e iPadOS. Tra queste, l’introduzione del Rich Communications Service (RCS) nei Messaggi, che offrirà una sicurezza maggiore e miglioramenti nella condivisione di media rispetto al vecchio SMS. Inoltre, si prevede il supporto per la generazione di emoji personalizzati basati sul testo scritto, la possibilità di cambiare i colori delle icone delle app e un sistema più flessibile per la disposizione delle app sulla schermata iniziale. Apple Music potrebbe ricevere una funzionalità di playlist auto-generate, mentre Maps potrebbe integrare rotte personalizzate e mappe topografiche. Un’altra novità attesa è l’introduzione di uno strumento di registrazione vocale in Note, con una funzione di trascrizione inclusa.

Aggiornamenti attesi per macOS 15

Per quanto riguarda macOS 15, molte delle novità previste per iOS saranno replicate, inclusi i cambiamenti in Apple Music, Note e nelle app di produttività come Keynote e Pages. Si vocifera che Apple stia riorganizzando l’app Impostazioni di Sistema basandosi sull’importanza delle varie categorie. Siri potrebbe ricevere un nuovo design per l’icona nella barra dei menu, mentre potrebbero arrivare miglioramenti significativi per l’accessibilità, come la possibilità di attivare impostazioni o azioni tramite frasi vocali personalizzate.

Poche aspettative per l’Hardware, ma attenzione a Vision Pro

L’anno scorso, WWDC ha visto l’annuncio di numerosi hardware, tra cui Apple Vision Pro, il MacBook Air da 15 pollici e il Mac Pro e Mac Studio con M2 Ultra. Quest’anno, tuttavia, non ci aspettiamo grandi novità hardware. L’attenzione potrebbe essere rivolta al lancio internazionale di Vision Pro, che potrebbe espandersi a nuovi mercati come Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Giappone, Singapore, Corea del Sud e Regno Unito.

Sebbene non possiamo essere certi di tutte le novità fino a quando Tim Cook e il suo team saliranno sul palco del WWDC, le previsioni basate sui report di giornalisti specializzati sono promettenti. Ci aspettiamo di sentire parlare di molte delle funzionalità e degli aggiornamenti menzionati sopra.