Se hai ricevuto uno strano squillo sul telefono fai attenzione, dilaga la truffa del Wangiri

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Wangiri smartphone

Non lasciatevi ingannare dal nome esotico: “Wangiri” non indica una delizia gastronomica giapponese, ma una truffa telefonica che, nonostante sembrasse scomparsa, ha riacquistato forza e popolarità. Questa pratica, distante dall’essere un innocuo scherzo, può effettivamente prosciugare il vostro credito telefonico più velocemente di un pranzo costoso in un ristorante di sushi.

Contrariamente alle aspettative, la truffa dello squillo senza risposta, nota come “Wangiri”, non è stata relegata nei libri di storia delle frodi. Questo metodo, ideato per la prima volta nel 2002, si è rivelato sorprendentemente resiliente e continua a essere una fonte di guadagno illegittimo. Ecco perché gli esperti concordano sul fatto che le misure più severe siano anche le più efficaci nella lotta contro questa pratica fraudolenta.

Come funziona e come difendersi

Il meccanismo alla base di Wangiri è tanto semplice quanto efficace. Le vittime ricevono una chiamata, generalmente da un numero con prefisso internazionale, che termina prima che possano rispondere. Spinti dalla curiosità, molti commettono l’errore di richiamare, effettuando inconsapevolmente delle telefonate a pagamento che possono arrivare a 1,50 euro ogni 10 secondi. In alcuni casi, la chiamata di ritorno attiva persino abbonamenti non voluti, svuotando rapidamente il credito disponibile e generando costi inaspettati.

I truffatori si avvalgono di numeri che cambiano continuamente, generati da software specializzati, noti come “robocall“. Alcuni prefissi, tuttavia, dovrebbero immediatamente accendere un campanello d’allarme, inclusi quelli provenienti dalla Moldavia (+373), Kosovo (+383) e Tunisia (+216).

La difesa più immediata e efficace contro la truffa Wangiri è ignorare tutte le chiamate da numeri internazionali sconosciuti, resistendo alla tentazione di richiamare dopo uno squillo mancato. Questa semplice precauzione può prevenire perdite economiche significative. Per chi desidera una soluzione più drastica, esiste la possibilità di bloccare tutte le chiamate in entrata da numeri internazionali. Questa opzione è particolarmente utile se si è certi che nessun conoscente o contatto professionale possa cercarci da un numero estero.

In aggiunta, sono state sviluppate diverse applicazioni per identificare e bloccare numeri sospetti. Queste app – a volte già presenti all’interno degli smartphone – lavorando su una blacklist e impediscono automaticamente le chiamate da numeri ritenuti pericolosi. Tuttavia, è essenziale comprendere che da sole non sono una soluzione infallibile, dato l’incessante cambiamento dei numeri utilizzati dai truffatori.