Stasera arriva lo spettacolo delle Geminidi: il picco tra il 13 e il 14 dicembre

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Geminidi

Dicembre si veste di magia con le Geminidi, uno dei più spettacolari sciami meteorici dell’anno, secondo solo alle celebri Perseidi di agosto. Il periodo migliore per osservarle sarà compreso tra il 10 e il 15 dicembre 2023, offrendo un’occasione unica per ammirare questo fenomeno celeste, tempo atmosferico permettendo.

Le Geminidi, paragonabili per splendore e numero alle stelle cadenti della Notte di San Lorenzo, offrono uno spettacolo eccezionale specialmente tra il 10 e il 15 dicembre. Quest’anno, il picco di osservazione è previsto per questa notte tra il 13 e il 14 dicembre. L’Unione astrofili italiani (Uai) rileva che questo sciame mostra un’attività massima prolungata, con due picchi distinti: il primo caratterizzato da meteore di debole luminosità e il secondo da meteore più brillanti.

Le Geminidi, osservate per la prima volta nel 1800, devono il loro nome alla costellazione dei Gemelli (Gemini), da cui sembrano provenire. La loro origine è legata all’asteroide 3200 Phaeton, scoperto nel 1983. Questo corpo celeste, che suscita ancora molti interrogativi, potrebbe essere un asteroide o una cometa rocciosa che ha perso il suo strato ghiacciato a seguito di passaggi ravvicinati con il Sole.

Condizioni ottimali per l’osservazione

Il fenomeno delle Geminidi, che si ripete ogni anno a dicembre, coincide con il passaggio della Terra attraverso la coda di detriti dell’asteroide 3200 Phaeton. Queste particelle, entrando nell’atmosfera terrestre, creano uno spettacolo luminoso nel cielo. Il 2023 offre condizioni di osservazione ideali, grazie all’assenza di disturbi luminosi dalla Luna, che si troverà in fase di Luna nuova. Gli esperti sottolineano l’importanza di quest’anno per l’osservazione e lo studio di questo sciame, che sta evolvendo rapidamente e potrebbe esaurirsi entro un secolo.

Per godere al meglio dello spettacolo, è consigliabile recarsi in luoghi bui, lontani dalle luci cittadine. Non sono necessari né binocoli né telescopi; basta semplicemente guardare verso la costellazione dei Gemelli. Tuttavia, è importante osservare tutto il cielo notturno, poiché le stelle cadenti saranno visibili in ogni direzione. In condizioni ideali, si potrebbero avvistare fino a 100 stelle cadenti all’ora.