Starlink, tutto pronto per la rivoluzione della telefonia satellitare, addio agli operatori tradizionali?

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Starlink Direct to Cell

Il futuro della connettività potrebbe essere scritto nel cielo. Con l’espansione continua di Starlink, il servizio di accesso a Internet ad alta velocità via satellite, la telefonia mobile sta per affrontare una rivoluzione. Sebbene l’idea di utilizzare satelliti per la telefonia non sia una novità – i telefoni Iridium lo fanno da anni e recentemente anche grandi marchi come Apple e Huawei hanno integrato funzionalità di chiamate satellitari nei loro dispositivi – l’approccio di Starlink si prospetta come qualcosa di rivoluzionario. Gli ultimi dettagli forniti dall’azienda suggeriscono che ci troviamo di fronte a una proposta avanzata e innovativa.

Starlink Direct to Cell: la rivoluzione in arrivo

SpaceX ha recentemente introdotto una nuova pagina web per il suo servizio “Starlink Direct to Cell“. Questa novità non necessita di dispositivi specifici: sarà compatibile con la maggior parte dei telefoni LTE esistenti. Una copertura globale senza la necessità di acquistare un nuovo dispositivo, e con la semplicità di utilizzare il proprio telefono, dove l’unico requisito è avere una vista del cielo.

Tuttavia, bisogna tenere presente che, nonostante la copertura globale, le velocità iniziali saranno comprese tra i 2 e i 4 megabit al secondo, rendendo il servizio inizialmente più lento rispetto alle reti terrestri. Ma con l’incremento del numero di satelliti Starlink, possiamo aspettarci miglioramenti. Nel 2024, Starlink Direct to Cell offrirà servizi di messaggistica, con l’aggiunta di voce, dati e supporto IoT prevista per il 2025.

Per garantire il successo del servizio, Starlink sta stringendo accordi con numerosi operatori internazionali, tra cui T-Mobile negli USA, Rogers in Canada, KDDI in Giappone e molti altri. E la lista è in continua espansione. Elon Musk e la sua squadra sono molto ambiziosi: con 12 lanci previsti ogni mese, il totale si aggira attorno alle 144 missioni Falcon all’anno. Un incremento impressionante se consideriamo che nel 2021 sono state effettuate solo 31 missioni. Il loro obiettivo finale? Raggiungere un totale di 100 lanci entro la fine del 2023.