Stargate, il supercomputer di Microsoft e OpenAI

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Stargate

Microsoft e OpenAI stanno portando avanti un’ambiziosa iniziativa che promette di ridefinire il futuro dell’intelligenza artificiale. Al centro di questa iniziativa c’è la realizzazione di “Stargate”, un supercomputer basato sull’intelligenza artificiale, frutto di un investimento colossale di 100 miliardi di dollari. Questo progetto non rappresenta soltanto un avanzamento tecnologico, ma un vero e proprio salto evolutivo, testimoniando l’impegno delle due compagnie nello sviluppo del machine learning.

Un progetto in cinque fasi

La creazione di Stargate è strutturata in cinque fasi progressive, delle quali siamo attualmente alla terza. Questo indica che il lavoro è già ben avviato, anche se la conclusione e il lancio del supercomputer sono previsti solo al termine di queste fasi. Stando a quanto riportato, il debutto di Stargate è atteso per il 2028, legato inoltre allo sviluppo e al lancio delle future versioni del modello LLM di OpenAI, incluso il GPT-5, previsto entro il 2025.

La collaborazione tra Microsoft e OpenAI non è una novità: già nel 2020, Microsoft aveva sviluppato un supercomputer dedicato, sfruttando l’infrastruttura Azure e integrando decine di migliaia di acceleratori NVIDIA A100. Tuttavia, per quanto riguarda Stargate, resta incerto se la collaborazione con NVIDIA proseguirà o se si opterà per processori custom dedicati all’IA, magari provenienti da altri produttori come AMD. Questa incertezza riflette la continua ricerca di soluzioni innovative e la volontà di esplorare nuove frontiere tecnologiche.