Appuntamento a stanotte, tra il 26 e 27 dicembre, con Luna Piena Fredda: l’orario migliore per osservarla

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Luna Piena Fredda

Nel cuore della notte tra il 26 e il 27 dicembre 2023, gli appassionati di astronomia assisteranno a un fenomeno notevole: l’ultima Luna Piena dell’anno, nota come Luna Piena Fredda. Questo evento, che segna il primo plenilunio dopo il solstizio d’inverno, è un’occasione imperdibile per gli osservatori del cielo.

La denominazione “Luna Piena Fredda” trae origine dalle tradizioni dei nativi americani Mohawk. Questo nome riflette il primo intenso gelo dell’inverno. Inoltre, quest’anno, la Luna Piena coincide con le vacanze natalizie, guadagnandosi anche il soprannome di “Luna Piena di Natale”. La bellezza di questo fenomeno è tale che, sebbene il momento di pienezza lunare sia breve, il disco lunare appare pieno per quasi tre giorni agli osservatori terrestri.

Diversi altri nomi caratterizzano questa luna in base alle varie culture native americane. Tra questi, troviamo la “Luna della Lunga Notte” (Mohicani), la “Luna Creatrice dell’Inverno” (Abenaki occidentali), la “Luna di Neve” (Haida e Cherokee) e la “Luna degli Alberi Gelati” (Cree). Secondo Almanac.com, gli antichi pagani europei la chiamavano “Luna prima di Yule”, in omaggio alla festa di Yule che celebra il ritorno del sole dopo il solstizio d’inverno.

Quando ammirare la Luna Piena Fredda

L’Unione Astrofili Italiani (UAI) ha precisato che il picco del plenilunio si avrà esattamente alle 01:33 del 27 dicembre. Nonostante il momento esatto sia breve, la Luna appare piena per un periodo più esteso, abbracciando quasi tre giorni. Al momento del plenilunio, si posizionerà nella costellazione dell’Auriga, accompagnata dalla stella Capella, dalle Pleiadi (M45) e dalla gigante rossa Betelgeuse.

I nomi attribuiti ai pleniluni sono intrisi di fascino culturale e storico, pur non avendo un significato scientifico. I nativi americani, ad esempio, usavano il calendario lunare per scandire i mesi e le stagioni, attribuendo a ogni plenilunio un nome che rifletteva un fenomeno naturale o un evento di significativa importanza per le loro comunità. Questi nomi evocano tematiche quali animali, piante, caccia, condizioni atmosferiche e raccolti. La Luna Piena Fredda, battezzata così dai Mohawk, simboleggia l’arrivo del freddo invernale e la transizione dal periodo autunnale a quello invernale, un periodo caratterizzato da notti lunghe e fredde che influenzavano profondamente la vita quotidiana delle tribù.