Shein e il buono regalo da 20, 300, 500 e più euro: come funziona la truffa che circola sui social

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Truffa Shein

In questi ultimi giorni è stato rilevato il ritorno di una truffa ben nota che sfrutta la popolarità dell’e-commerce Shein, dimostratasi estremamente efficace per i malintenzionati. Attraverso canali quali email, social network e WhatsApp, viene propagata l’illusione di poter vincere un buono Shein del valore di 20, 300 o addirittura 500 euro, un metodo di inganno che ha già fatto molte vittime.

Il processo truffaldino si avvale della reputazione dell’e-commerce cinese Shein, un’entità commerciale di vasta portata con un ampio bacino di utenza a livello globale. La familiarità del pubblico con la ricezione di comunicazioni da parte di Shein costituisce un terreno fertile per i truffatori, che riescono così a superare le prime resistenze dei destinatari dei loro messaggi ingannevoli. Tali messaggi, veicolati attraverso email, pubblicità su piattaforme social o catene di messaggi su WhatsApp, conducono a un sito web fittizio che emula quello ufficiale di Shein. Questo sito presenta un “concorsino estivo esclusivo”, accessibile completando un breve questionario o partecipando a un gioco di “scoperta premi”, che promette la vincita di una carta regalo Shein dal valore più vario, i più comuni sono i fantomatici “buoni” da 20 o 500 euro.

Al termine del questionario o del gioco, indipendentemente dall’esito, viene annunciata la vittoria del premio, seguita dalla richiesta di inserire i dati della carta di credito per ricevere il buono. Questo passaggio rivela la natura fraudolenta dell’operazione: i dati inseriti dall’utente vengono raccolti su un sito non sicuro, permettendo ai truffatori di accedere alle informazioni della carta di credito, inclusi il numero e il codice CVV, per effettuare acquisti online a spese della vittima.

La risposta di Shein di fronte alla Truffa

La diffusione di questa truffa ha spinto Shein Italia a intervenire, diffondendo un comunicato ufficiale sui propri canali social in cui si distanzia dalle attività truffaldine e fornisce indicazioni per riconoscere e evitare simili frodi. La nota sottolinea che Shein non è coinvolto in alcun modo con queste pratiche ingannevoli e che le comunicazioni legittime provengono esclusivamente dagli account ufficiali o da email che terminano con @shein.com o @sheingroup.com.

Inoltre, viene ribadito che Shein non richiede mai il pagamento o la partecipazione a pagamenti tramite app per accedere alle sue iniziative promozionali, invitando i consumatori alla prudenza e alla verifica dell’identità dei mittenti per prevenire possibili frodi. Inoltre, ricordiamo che non bisogna mai fornire dati della propria carta di credito, informazioni bancarie o dati personali sensibili a siti o fonti non verificate. Shein, come la maggior parte delle aziende rispettabili, non richiede mai tali informazioni per l’assegnazione di premi o buoni.