Se hai lasciato cadere il tuo iPhone in acqua, non metterlo nel riso: l’avvertimento di Apple

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it iphone bagnato

Nel corso degli anni, è diventata popolare la credenza che, in caso di contatto accidentale con l’acqua, l’iPhone possa essere asciugato efficacemente inserendolo in un sacchetto di riso. Contrariamente a questa pratica diffusa, Apple ha rilasciato delle indicazioni ufficiali che smentiscono l’efficacia di tale metodo, avvisando i proprietari di iPhone sui potenziali rischi che esso comporta.

Nei documenti di supporto di Apple, viene espressamente sconsigliato di utilizzare il riso come strumento di asciugatura per l’iPhone bagnato. L’avvertimento è chiaro: “Non mettere l’iPhone in un contenitore pieno di riso. In caso contrario, piccoli residui di riso potrebbero danneggiarlo”, evidenziando come particelle minute possano infiltrarsi attraverso le aperture del dispositivo, causando danni interni.

Questo avviso contraddice numerosi consigli diffusi online che promuovono l’uso del riso crudo come disidratante capace di estrarre l’umidità dai dispositivi elettronici. Sebbene il riso crudo sia considerato un essiccante naturale, Apple mette in guardia sul fatto che non solo non è particolarmente efficace in questa funzione, ma rappresenta anche un rischio per l’integrità dello smartphone a causa della possibilità che particelle di riso si insinuino all’interno del dispositivo.

Consigli di Apple per asciugare correttamente un iPhone bagnato

In alternativa al riso, Apple propone una serie di passaggi per assicurare un’asciugatura sicura dell’iPhone:

  1. Scuotere delicatamente il dispositivo con la porta di ricarica rivolta verso il basso per rimuovere l’acqua in eccesso.
  2. Posizionare l’iPhone in un luogo ben ventilato per almeno 30 minuti, evitando l’esposizione diretta a fonti di calore come asciugacapelli.
  3. Attendere fino a 24 ore prima di tentare di ricaricare l’iPhone, per lasciare che l’umidità residua si evapori completamente.

Se, dopo questi passaggi, l’iPhone mostra ancora avvisi di rilevamento di liquidi, è consigliato scollegare e ricollegare il cavo di ricarica e, se necessario, permettere ulteriori ore di asciugatura. Inoltre, è importante evitare di inserire oggetti come cotton fioc o carta assorbente nelle porte del dispositivo, per prevenire l’introduzione di residui che potrebbero causare danni.

La pratica di utilizzare il riso, quindi, potrebbe essere efficace non per le sue qualità assorbenti, ma perché impedisce interazioni dannose con l’ambiente esterno durante il periodo di asciugatura. In conclusione, la prossima volta che si necessita di asciugare un iPhone (o qualsiasi altro smartphone), è meglio evitare il sacchetto di riso, optando invece per attendere il tempo necessario affinché il dispositivo si asciughi completamente.