Rivoluzionario dispositivo di Realtà Virtuale fa percepire il freddo senza modificare la temperatura della pelle

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Freddo in VR realtà virtuale

Il mondo della Realtà Virtuale non smette mai di stupire. Il nuovo obiettivo? Fornire un’esperienza immersiva così realistica per far avvertire la sensazione di freddo senza effettivamente abbassare la temperatura della pelle. Attraverso una combinazione di aria fredda e luce, gli utenti possono ora godere di un’immersione termica ininterrotta, spianando la strada a esperienze virtuali ancor più coinvolgenti.

Mentre la realtà virtuale ha già fatto grandi passi in termini di riproduzione audio e video, la vera sfida rimane nel ricreare le sensazioni tattili e termiche. Ecco dove il team di ricercatori dell’Università di Tsukuba entra in scena, presentando una soluzione innovativa pubblicata sulla rivista “IEEE Transactions on Haptics“.

Percepire il freddo senza contatto: un gioco di percezioni

Tutti sappiamo quanto sia fondamentale la percezione del caldo e del freddo nella nostra vita quotidiana. Ma la nostra pelle, se costantemente esposta a una stessa temperatura, può “acclimatarsi”, rendendo meno chiare le percezioni. Questo rappresenta una sfida per i creatori di contenuti VR. La genialità del team di Tsukuba risiede nel non alterare la temperatura della pelle, ma nell’evocare la sensazione di freddo attraverso rapidi cambiamenti di stimoli termici.

Nei sistemi VR tradizionali, le simulazioni termiche possono lasciare un “effetto residuo“, per cui la pelle continua a percepire una certa temperatura anche dopo la fine della simulazione. Ciò può compromettere l’immersione. Tuttavia, la nuova soluzione proposta elimina questa problematica. L’assenza di variazioni effettive della temperatura cutanea annulla ogni effetto post-simulazione. Gli utenti possono così passare da un’esperienza all’altra senza interruzioni, come hanno illustrato gli autori:

Questo approccio innovativo sfrutta la naturale sensibilità del corpo umano ai rapidi cambiamenti di temperatura. La tecnologia impiega una combinazione di flusso d’aria fredda e una sorgente luminosa per passare istantaneamente da uno stimolo freddo rapido a uno caldo delicato, inducendo una sensazione di freddo e mantenendo le fluttuazioni della temperatura cutanea vicine allo zero.

 

I risultati della valutazione hanno dimostrato che questo sistema è in grado di fornire una sensazione di freddo virtuale senza alcuna variazione reale della temperatura. Inoltre, i ricercatori sono riusciti a replicare una sensazione di freddo della stessa intensità di quella che si prova con una variazione continua della temperatura della pelle.

Oltre a elevare l’esperienza VR, questa innovazione potrebbe trasformare l’immersione nei mondi virtuali, forse persino nel metaverso proposto da Meta. Immaginate di sentire il tepore di un tramonto o la fresca brezza dell’alba, tutto comodamente dal divano di casa. Questa tecnica potrebbe anche riprodurre variazioni termiche prolungate, simulando, ad esempio, le sensazioni di un viaggio intercontinentale, rendendo l’esperienza dell’utente straordinariamente realistica.