iPad Pro 2024: le funzionalità che non vediamo l’ora di provare

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it iPad Pro 2024

Apple ha recentemente svelato quattro nuovi modelli di iPad, ciascuno con caratteristiche innovative rispetto alle precedenti generazioni. Tra questi, l’iPad Pro 2024 si distingue per l’introduzione di tecnologie all’avanguardia che meritano un’analisi dettagliata. Per la prima volta, la linea iPad Pro abbandona la tecnologia mini LED a favore dell’OLED. Sebbene Samsung abbia già adottato l’OLED nei suoi tablet Galaxy Tab S, questa è una novità per gli iPad. Apple ha implementato un doppio pannello OLED, denominato “tandem”, che aumenta notevolmente la luminosità del display, raggiungendo i 1.000 nits in condizioni di utilizzo quotidiano e picchi di 1.600 nits per contenuti HDR. Questa caratteristica è fondamentale per i creatori che necessitano di visualizzare fedelmente il risultato del loro lavoro. Il display Ultra Retina XDR, come è stato ribattezzato, offre anche una risposta sub-millisecondanea, migliorando significativamente la visualizzazione di dettagli nelle ombre e nelle alte luci.

L’iPad Pro 2024 rompe gli schemi tradizionali con l’introduzione del nuovo processore M4, successore del M3 lanciato nell’ottobre 2023. Pur mantenendo lo stesso numero di core di prestazione, l’M4 aumenta il numero di core di efficienza e di GPU, oltre a includere 3 miliardi di transistor in più. Questo processore, basato su un processo produttivo di seconda generazione a 3nm, migliora notevolmente le prestazioni, con una CPU fino al 50% più veloce e una GPU quattro volte più rapida rispetto al chip M2 dei precedenti iPad. Tali miglioramenti si traducono in una maggiore capacità nel gestire giochi avanzati e compiti di intelligenza artificiale, con il motore neurale che ora raggiunge i 38 trilioni di operazioni al secondo.

Miglioramenti qualitativi

Apple ha risposto alle esigenze dei suoi utenti con un piccolo, ma significativo aggiustamento: la fotocamera FaceTime è stata spostata dal bordo corto al centro del bordo lungo dell’iPad Pro. Questo cambiamento, che migliora l’esperienza di uso in applicazioni come Google Meet e Zoom, è particolarmente apprezzabile quando il tablet è usato in orizzontale. Oltre a ciò, la camera supporta la funzione Center Stage di Apple, che mantiene l’utente al centro dell’inquadratura anche in movimento.

Nonostante l’assenza di nuove porte, l’iPad Pro ha potenziato l’unico connettore USB-C esistente, ora compatibile con Thunderbolt 3 e USB4. Questo consente trasferimenti dati fino a 40Gbps e la compatibilità con un’ampia gamma di accessori, oltre alla possibilità di collegare display esterni fino a risoluzione 6K e di utilizzare storage esterno per lavori mediatici complessi.

L’Apple Pencil Pro, venduto a $129, introduce caratteristiche innovative come un’area sensibile alla pressione sopra la punta, un giroscopio per movimenti precisi e un motore aptico per feedback tattili. Queste funzionalità sono pensate per artisti e creativi che utilizzano l’iPad come tavolozza digitale.