Europa, la luna di Giove ritenuta abitabile, potrebbe essere “affamata di ossigeno”

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Europa e Giove

In un recente studio pubblicato sulla rivista Nature Astronomy, gli scienziati hanno rivisto al ribasso la quantità di ossigeno presente su Europa, una delle lune di Giove, dimostrando che è molto meno abbondante di quanto precedentemente stimato. Questa scoperta emerge dall’analisi dei dati raccolti dalla missione Juno della NASA durante il sorvolo dell’anno 2022, rivelando che la superficie ghiacciata di Europa produce soltanto circa 12 chilogrammi di ossigeno al secondo.

Questo dato contraddice nettamente le stime iniziali, basate su modelli computerizzati, che proponevano una produzione di 2.205 libbre (circa 1.000 kg) di ossigeno al secondo. Questa nuova valutazione suggerisce che la disponibilità di ossigeno per eventuali forme di vita sulla luna sia decisamente limitata, paragonabile più a un rivolo che a un torrente, come riportato da Scientific American.

La vita su Europa: una possibilità non ancora esclusa

Nonostante la ridotta presenza di ossigeno, gli esperti mantengono un cauto ottimismo riguardo alla possibilità che Europa, celebre soprattutto per il suo oceano subglaciale, possa ospitare forme di vita microbica. Secondo Jason Szalay, citato in uno studio, la scarsa quantità di ossigeno non preclude completamente la potenzialità abitativa della luna.

Sulla Terra, l’ossigeno atmosferico è prodotto principalmente dalla fotosintesi di piante, alghe e cianobatteri. Su Europa, invece, le particelle cariche dello spazio colpiscono la superficie ghiacciata, causando il rilascio di molecole di idrogeno e ossigeno. Szalay ha illustrato questa dinamica al New York Times, descrivendo il guscio ghiacciato della luna come il “polmone” di Europa, capace di “respirare” grazie alla sua superficie, che protegge anche l’oceano sottostante dalle radiazioni spaziali nocive.

Anche se attualmente non sono previsti ulteriori sorvoli di Juno presso Europa, la missione Europa Clipper della NASA, il cui lancio è previsto per quest’anno, mira a esplorare più a fondo questa intrigante luna. L’arrivo nell’orbita di Giove è atteso entro il 2030, con l’obiettivo di determinare se Europa possieda condizioni potenzialmente adatte a sostenere la vita. La ricerca continua, dunque, per svelare i segreti di Europa e capire meglio le possibilità di vita oltre il nostro pianeta.