Eclissi dell’8 aprile 2024 col botto: delle “massicce esplosioni” potrebbero essere visibili sul Sole

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Eclissi totale 8 aprile 2024

Il prossimo 8 aprile 2024, chi si troverà nel percorso della totalità dell’eclissi solare totale vivrà un momento di oscurità breve ma intensamente suggestivo. Questo fenomeno, noto come totalità, durerà solo alcuni secondi o minuti. È l’unico momento in cui sarà sicuro osservare direttamente il sole senza l’uso di occhiali speciali per eclissi. Durante la totalità, potrebbe essere possibile osservare la corona solare e ammirare le torri e gli anelli di plasma elettricamente carico, estesi per dimensioni ben superiori a quelle della Terra, nello spazio. L’ultima eclissi totale di sole, avvenuta in Australia il 20 aprile 2023, ha offerto una vista spettacolare di queste “protuberanze”.

Le protuberanze  saranno quasi certamente visibili durante la totalità in Nord America l’8 aprile, dato che il sole dovrebbe trovarsi al picco del suo ciclo solare di 11 anni, noto come massimo solare. Questi fenomeni possono essere osservati per giorni utilizzando un telescopio all’alfa dell’idrogeno, ma l’eclissi totale offre l’opportunità di vedere anche altri fenomeni rari e affascinanti legati all’attività solare.

Fenomeni rari durante la totalità

  1. Espulsione di Massa Coronale (CME): Questo fenomeno può presentarsi più volte al mese e ha una durata di diverse ore. Si manifesta come una struttura spiraleggiante e stazionaria nella corona solare. Le CME sono enormi espulsioni di campo magnetico e plasma dalla corona del sole, che si muovono rapidamente ma appaiono stazionarie nel corso di alcune ore. “Se saremo fortunati, potremo assistere a una CME come una struttura spiraleggiante e torcita, alta nell’atmosfera del sole,” ha spiegato Ryan French, fisico solare presso l’Osservatorio Solare Nazionale di Boulder, Colorado.
  2. Brillamenti Solari: Anche questi si verificano più volte al mese e durano solo pochi minuti. Sono potenti esplosioni di onde radio, luce visibile, raggi X e gamma che emergono dalla superficie del sole e raggiungono la Terra in soli otto minuti. Spesso seguono una CME, ma è molto improbabile che un brillamento solare possa essere osservato durante la totalità.
  3. Protuberanze Eruzioni: Le prominenze durante la totalità del prossimo 8 aprile saranno una vista da non perdere. Le protuberanze variano notevolmente in dimensione e sono più comuni durante il massimo solare. Queste possono staccarsi dalla superficie del sole ed espandersi nel sistema solare, offrendo uno spettacolo davvero mozzafiato.

Il problema delle eclissi è che durano solo pochi minuti, non consentendo misurazioni nel tempo. “Tuttavia, il sole è incredibilmente dinamico; alcuni processi durano minuti o addirittura secondi,” ha affermato Amir Caspi, scienziato principale presso l’Istituto di Ricerca del Sud-ovest a Boulder, Colorado. Una soluzione per prolungare la totalità è inseguire l’ombra della luna in un jet supersonico, come fatto nel 1973 con il Concorde, ottenendo una totalità di 73 minuti. Un’altra opzione è filmare il sole eclissato per alcuni minuti da un intero continente, sperando di catturare l’inizio o la fine di un evento. Questo sarà possibile l’8 aprile, quando la totalità attraverserà gli Stati Uniti, da Texas a Maine, in 68 minuti.

Il progetto Citizen Continental-America Telescopic Eclipse (CATE 2024) mira a realizzare un filmato continuo della corona solare in luce polarizzata della durata di 60 minuti, utilizzando team di cittadini scienziati. Questi utilizzeranno attrezzature standardizzate nella speranza di immortalare momenti unici dell’attività solare.

Come vedere l’eclissi dall’Italia?

In Italia, non sarà possibile osservare direttamente l’eclissi solare totale del 8 aprile 2024, ma ci sono diverse opzioni per seguire l’evento in diretta streaming. Anche se i dettagli specifici sui siti che trasmetteranno l’evento in diretta non sono stati menzionati esplicitamente nei risultati della ricerca, è comune che piattaforme come YouTube offrano trasmissioni in diretta di eventi astronomici di questa portata. Solitamente, organizzazioni scientifiche, osservatori astronomici e siti di divulgazione astronomica, come timeanddate.com, forniscono copertura live di tali eventi​.