Da New York a Londra in 90 minuti grazie all’aereo supersonico della NASA

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it NASA X59

Il progetto aereo supersonico della NASA, spesso paragonato al leggendario Concorde, sta compiendo passi significativi verso la realizzazione. L’X-59, ultima creazione dell’agenzia spaziale, è stato recentemente trasferito al reparto di verniciatura presso il Lockheed Martin Skunk Works di Palmdale, in California. Questa fase è fondamentale per completare le misurazioni definitive di peso e forma del velivolo, che serviranno a ottimizzare i modelli computerizzati.

L’ambizione di questo aereo passeggeri è quella di superare la velocità del suono, arrivando quasi a raddoppiare quella del Concorde originale. Un obiettivo altrettanto importante per gli ingegneri è quello di attenuare il classico boom sonico in un suono più tenue e meno disturbante per chi si trova al suolo. Nell’agosto 2023, la NASA ha identificato circa 50 rotte aeree consolidate come potenziali mercati per questo tipo di volo. Il sogno è di poter collegare città come New York e Londra in 90 minuti, ovvero in tempi fino a quattro volte inferiori rispetto a quelli attuali.

NASA X59
©NASA

Velocità supersonica

Il 14 novembre, il velivolo è stato spostato nel reparto di verniciatura, dove riceverà una colorazione caratterizzata da una base bianca, un inferiore “blu sonico” della NASA e accenti rossi sulle ali. La scelta dei colori non è puramente estetica, ma funzionale: la vernice protegge l’aereo da umidità e corrosione e include marcature di sicurezza essenziali.

Cathy Bahm, responsabile del progetto, esprime grande entusiasmo per questa fase, prevedendo un impatto emotivo significativo nel vedere il velivolo verniciato. L’anno prossimo sarà cruciale per l’X-59, con la previsione di momenti emozionanti allorquando l’aspetto esterno del velivolo si allineerà con l’importanza della sua missione.

L’X-59 è al centro della missione Quesst della NASA, che prevede di far volare l’aereo su diverse comunità statunitensi per raccogliere dati sulla percezione del suono emesso. Questi dati saranno fondamentali per le autorità regolamentari, che potrebbero riconsiderare le attuali normative che limitano i voli supersonici commerciali. La NASA ha anche esplorato il potenziale commerciale di voli supersonici che potrebbero raggiungere velocità tra Mach 2 e Mach 4, confrontabili con la velocità massima del Concorde di 2.180 Km all’ora (Mach 2,04).