Cosa potremmo mangiare su Marte? La rivelazione della scienza potrebbe non piacere a tutti

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Futuro su Marte

Nel contesto dell’esplorazione spaziale, un recente studio pubblicato sulla prestigiosa rivista Nature da Global Fishing Watch ha portato alla luce una scoperta sorprendente riguardo l’alimentazione degli astronauti su Marte. La ricerca, condotta da un gruppo di scienziati, suggerisce che la dieta ideale per gli astronauti potrebbe essere costituita principalmente da un’insalata vegetariana.

Gli astronauti, quando si trovano nello spazio, affrontano sfide uniche legate alla loro alimentazione. In virtù di un maggiore consumo calorico e di una maggiore necessità di calcio dovuta agli effetti della microgravità sulle ossa, è cruciale per loro assumere cibi altamente nutritivi. Partendo da queste premesse, i ricercatori hanno analizzato 10 tipi diversi di pasti spaziali, valutando una varietà di 102 colture diverse, basandosi su due criteri fondamentali.

Il primo criterio considerava l’efficacia con cui una specifica combinazione di cibi poteva soddisfare i fabbisogni nutrizionali giornalieri di un astronauta maschio, minimizzando al contempo il consumo di acqua necessario per la coltivazione degli ingredienti. Il secondo criterio riguardava la sostenibilità: quanto fertilizzante, tempo e spazio erano necessari per coltivare le piante? E le parti non commestibili del cibo potevano essere riutilizzate?

La scelta vincente

Nonostante l’analisi includesse sia pasti vegetariani che onnivori, la combinazione che si è rivelata più efficace è stata un’insalata vegetariana composta da soia, semi di papavero, orzo, cavolo riccio, arachidi, patate dolci e semi di girasole. Sebbene questa insalata non fornisca tutti i micronutrienti necessari, gli scienziati propongono l’uso di integratori alimentari per colmare eventuali carenze.

Oltre a sostenibilità e nutrizione, un altro aspetto fondamentale da considerare è il sapore dei pasti spaziali. Dato che gli astronauti potrebbero dover consumare questi alimenti regolarmente per anni, è essenziale che siano anche gradevoli al palato. Per testare questo aspetto, i ricercatori hanno trasformato la combinazione di cibi in un’insalata, sottoponendola al giudizio di un gruppo di focus composto da due uomini e due donne sulla Terra.

Il feedback è stato in generale positivo, con alcuni partecipanti che l’hanno paragonata a un’insalata gourmet e altri che si sono detti disposti a consumarla per un’intera settimana. Nonostante le recensioni favorevoli, gli scienziati credono che vi sia ancora margine di miglioramento. La ricerca sottolinea l’importanza di un’alimentazione adeguata per gli astronauti e apre nuove prospettive sull’adattamento delle diete in ambienti extraterrestri.