BNL, attenzione al messaggio truffa dell’accesso anomalo con “pagamento di 256 EUR”

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it BNL truffa SMS

Nel corso della serata di venerdì 29 marzo 2024, estendendosi fino alla mattina di sabato 30, un evento inquietante ha colpito numerosi clienti della BNL Gruppo BNP Paribas. Un’improvvisa serie di addebiti non autorizzati ha letteralmente svuotato i conti di alcuni correntisti, gettandoli in uno stato di profondo allarme. La situazione è stata aggravata dall’impossibilità di raggiungere il Servizio Clienti, il quale era al collasso a fronte dell’emergenza.

Il disguido ha interessato l’applicazione mobile della banca e ha avuto un impatto su scala nazionale. Molti utenti, tentando di effettuare pagamenti, si sono ritrovati con transazioni rifiutate per mancanza di fondi. Un controllo sull’app ha rivelato a questi ultimi un saldo prossimo allo zero, se non completamente esaurito.

La BNL non ha tardato a comunicare tramite i propri canali social che era a conoscenza del problema e che i tecnici erano già al lavoro per risolverlo. Tuttavia, ciò non ha impedito ai clienti di esprimere il proprio disappunto attraverso aspre critiche. La normalità è stata ripristinata solo dopo diverse ore, come confermato dal profilo Facebook dell’istituto bancario, che ha inoltre annunciato un potenziamento del Servizio Clienti in risposta all’accaduto con la seguente nota:

AVVISO
Informiamo che è stata ripristinata la situazione corretta sul conto corrente; l’anomalia è stata risolta e tutti gli addebiti multipli sono stati annullati. Il numero del Servizio Clienti , che prima non era raggiungibile per l’eccessivo volume di chiamate in entrata, sta tornando regolarmente accessibile anche grazie al rafforzamento del servizio per rispondere alle richieste.
Ci scusiamo nuovamente per il disagio.

La truffa tramite SMS ed e-mail

Nel mezzo del caos, aggravato dal problema tecnico, si è assistito ad un aumento di SMS truffaldini. Questi messaggi, inviati ai correntisti BNL, miravano a sfruttare il disordine per ingannare le vittime attraverso l’uso improprio del nome della banca, indirizzandole verso link pericolosi allo scopo di sottrarre dati sensibili. Il messaggio è molto simile al seguente:

BNL é stato effettuato un pagamento di 256 EUR con la tua carta **** presso PayPal
Se non riconosci questo pagamento, bloccalo:
https://goo-******

C’è anche una versione che circola tramite email, che mostra il seguente messaggio:

Gentile Cliente BNL, Recentemente abbiamo ricevuto degli accrediti non autorizzati sulla carta di credito associata a questo account. Per motivi di sicurezza il tuo conto online è stato sospeso. clicca sul link sottostante e verifica i dati richiesti.

Solo dopo aver accertato l’autenticità del titolare ripristineremo l’account. Grazie per la collaborazione, Il reparto di informazioni e sicurezza.

Come difendersi?

Il primo passo per proteggersi da tali tentativi di frode è sicuramente non cliccare mai sui link proposti, ma chiedere immediata conferma all’assistenza clienti ufficiale dell’istituto in questione, in questo caso al customer care di BNL tramite il form dei contatti presente sul sito ufficiale. Di seguito, vi offriamo una serie di consigli pratici per proteggere i vostri dati sensibili e i vostri risparmi dalle truffe:

  1. Mantenere la segretezza delle informazioni bancarie: Non divulgare mai le proprie credenziali di accesso bancario, i numeri di carta di credito o qualsiasi altra informazione finanziaria. Le banche non chiederanno mai tali dati tramite email o SMS.
  2. Verifica dei link: Prima di cliccare su qualsiasi link, anche se appare provenire da fonti ufficiali, è fondamentale verificare l’autenticità dell’URL. Spesso, i link truffaldini presentano piccole discrepanze rispetto agli indirizzi web legittimi.
  3. Utilizzo di software antivirus e firewall: Mantenere aggiornati i sistemi di sicurezza del proprio dispositivo può prevenire l’accesso non autorizzato a informazioni personali da parte di software malevoli.
  4. Cambiamento regolare delle password: È consigliabile modificare periodicamente le password di accesso ai servizi bancari online, optando per combinazioni complesse che includano lettere maiuscole e minuscole, numeri e simboli.
  5. Monitoraggio attivo dei movimenti bancari: Controllare regolarmente il proprio estratto conto per identificare eventuali transazioni sospette. In caso di attività insolite, contattare immediatamente la propria banca.
  6. Utilizzo di autenticazione a due fattori (2FA): Dove possibile, attivare l’autenticazione a due fattori per l’accesso ai servizi bancari online aumenta notevolmente la sicurezza, aggiungendo un ulteriore livello di verifica.