Basta un binocolo per vedere la cassetta degli attrezzi smarrita dalle astronaute: splende come Urano

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Cassetta degli attrezzi

Recentemente, un evento straordinario ha aggiunto un elemento insolito all’orbita terrestre: una cassetta degli attrezzi è sfuggita al controllo delle astronaute Jasmin Moghbeli e Loral O’Hara della NASA mentre erano impegnate in lavori di manutenzione esterna alla Stazione Spaziale Internazionale. Quest’incidente, avvenuto l’1° novembre, ha visto la cassetta per la manutenzione staccarsi e allontanarsi silenziosamente nello Spazio, un fenomeno che sulla Terra sarebbe stato accompagnato da rumore e movimento a causa della gravità.

In questo contesto di microgravità, tuttavia, gli attrezzi contenuti nella cassetta si sono separati dalla stazione orbitale senza alcun suono o allarme, sfuggendo inavvertitamente all’attenzione delle astronaute fino a quando non è stato troppo tardi per recuperarli. Fortunatamente, la perdita non ha influenzato la prosecuzione delle operazioni di manutenzione in corso.

Visibile dalla Terra

Stando a quanto riportato da EarthSky, questa cassetta degli attrezzi orbita ora intorno alla Terra, trainata dalla sua forza gravitazionale, viaggiando a una velocità di circa 28.000 km/h. La sua traiettoria si colloca poco più in alto rispetto all’orbita dell’ISS. Ciò che rende questo fenomeno particolarmente affascinante è la possibilità, per gli entusiasti dell’astronomia, di osservare da Terra questo oggetto vagante, grazie all’uso di binocoli o telescopi di base.

La cassetta risplende nel vuoto dello spazio con una magnitudine quasi pari a +6, paragonabile alla luminosità del pianeta Urano. Questo singolare incidente spaziale evidenzia le sfide e le imprevedibilità delle missioni astronautiche, dimostrando la natura affascinante e a volte sorprendente delle esplorazioni spaziali.