“Allineamento” di pianeti imminente: cosa aspettarsi davvero

Entra nel nuovo canale WhatsApp di NextMe.it Allineamento di pianeti

Nel mondo dell’astronomia amatoriale, poche cose suscitano entusiasmo come una “parata di pianeti” o un allineamento. La notizia di un allineamento planetario a giugno 2024 sta facendo il giro del web, promettendo una visione spettacolare di sei pianeti visibili nel cielo prima dell’alba del 3 giugno. Tuttavia, come spesso accade su internet, la realtà è meno spettacolare di quanto prospettato.

Secondo diverse fonti, tra cui un articolo di Star Walk, un’applicazione per smartphone, il 3 giugno sarà possibile vedere a occhio nudo Mercurio, Marte, Giove, Saturno, Urano e Nettuno allineati nel cielo. Tuttavia, un’analisi più attenta e un’esperienza diretta di osservazione celeste rivelano una verità molto diversa.

Innanzitutto, occorre precisare che si tratta di una “congiunzione” di pianeti e non di un allineamento, poiché non sono allineati in linea retta, ma seguono una curvatura. Ad ogni modo, questa congiunzione copre una vasta porzione di cielo, rendendo difficile cogliere tutti i pianeti contemporaneamente. Con il sole che sorge e il cielo che si illumina, ecco le reali possibilità di vedere ciascun pianeta a occhio nudo:

  • Giove: difficile da vedere, essendo molto vicino al Sole.
  • Mercurio: difficile da osservare per la sua vicinanza al Sole e la sua debole luminosità.
  • Urano: invisibile senza un telescopio potente e molta pazienza.
  • Marte: visibile a occhio nudo, ma poco luminoso.
  • Nettuno: richiede un telescopio potente.
  • Saturno: visibile a occhio nudo, ma debole.

La Luna ruba la scena

Nonostante la delusione per la “parata di pianeti” promossa online, c’è comunque un buon motivo per alzarsi presto e guardare il cielo. Tra il 31 maggio e il 4 giugno, una Luna calante sarà visibile vicino a Marte e Saturno, creando uno spettacolo celeste degno di nota. Sarà possibile osservare le fasi della Luna e la sua posizione cambiare nel cielo, con due pianeti vicini a fare da cornice.

La diffusione di informazioni inesatte sugli allineamenti di pianeti può creare aspettative irrealistiche, ma anche una semplice osservazione del cielo può riservare piacevoli sorprese. Non vedremo sei pianeti allineati in maniera spettacolare, ma il cielo prima dell’alba a giugno 2024 offrirà comunque un affascinante spettacolo celeste. Prepariamo quindi i nostri telescopi, o semplicemente i nostri occhi, per ammirare la bellezza del cosmo, ricordandoci che anche la scienza e la precisione delle osservazioni sono parte del fascino dell’astronomia.