Fusione fredda: l’E-cat industriale ha completato le certificazioni

rossi bologna

E-cat. “Il processo di certificazione di sicurezza per gli impianti industriali è stato ultimato. Inoltre entro Ottobre sarà finito e pubblicato il test indipendente effettuato presso un’Università”. Con queste parole Andrea Rossi annuncia il termine di una tappa necessaria all’arrivo sul mercato del suo dispositivo per la fusione fredda. Lo scrive sul suo blog in risposta alla specifica domanda di un lettore.

Nella medesima risposta l’inventore italiano precisa anche come siano maturi (e quindi vicini) i tempi per un’adeguata diffusione di questa tecnologia con i tradizionali mezzi di comunicazione di massa. Immaginiamo quindi che Rossi sarà presto più chiaro con il pubblico circa il funzionamento e il meccanismo della sua tecnologia e che magari decida di effettuare un test realmente pubblico. Ma su quale Università effettuerà la convalida vige ancora il più rigoroso riserbo.

Avvicinandosi nel frattempo la presentazione ufficiale di E-cat a Zurigo il prossimo 8 Settembre, Andrea Rossi ha scritto infatti: “Il mio intervento a Zurigo riguarderà la relazione sulle prove effettuate il 16 luglio e il 6 agosto utili alla certificazione dell’Hot E-cat (l’E-cat che lavora ad alte temperature, N.d.R.). Questa relazione sarà pubblicata su riviste specialistiche dopo il 9 settembre e dai giornalisti scientifici che parteciperanno alla riunione”.

“La relazione rigorosa derivante dalla convalida di terze parti che faremo, come ho detto, in Ottobre presso un’Università sarà effettuata dai docenti che faranno la convalida, quindi non so dove sarà pubblicata –ha continuato l’inventore- Per favore non mi chiedete quale sarà l’Università: sono sotto Nda (Non Disclosure Agreement, Accordo di Non divulgazione, N.d.R.) e, tra l’altro, tre Università si sono candidate per questo lavoro, nel caso quella scelta si ritiri per qualsivoglia motivo”. Che sia proprio quella di Bologna l’Università di cui Rossi ha parlato ripetutamente?

I tempi in realtà coincidono anche con quanto annunciato da Aldo Proia, l’amministratore delegato unico di Prometeon s.r.l., la società che in Italia si occuperà della commercializzazione di E-cat. A noi di Nextme ha rivelato infatti: “L’E-Cat termico industriale a bassa temperatura è già disponibile, quello a 600°C è già ordinabile ma materialmente dovrebbe arrivare quest’autunno. E tra l’altro anche lo stesso Rossi aveva parlato di Ottobre come un mese fondamentale per l’E-cat. Non ci resta che attendere.

Roberta De Carolis

NextMe.it

ultime

+ lette

NextMe.it è un supplemento di greenMe.it Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001 - © Copyright 2009-2012