Curiosity si prepara alla seconda perforazione, a Cumberland

curiosity braccio2

Curiosity si prepara al secondo obiettivo da perforare. Dopo il sito John Klein, il rover della Nasa dovrà bucare la superficie di un'altra area, nota come Cumberland, che si trova a circa tre metri di distanza dal punto in cui il trapano di Curiosity ha scavato per la prima volta, lo scorso febbraio.

Allora, Curiosity raccolse i primi campioni di quella roccia su Marte, trovando prove di un ambiente antico favorevole alla vita microbica. Entrambe le rocce raccolte sono piatte, con venature chiare e una superficie irregolare. Esse si trovavano inserite in uno strato di roccia sulla base di una depressione poco profonda chiamata Yellowknife Bay.

Questa seconda foratura ha lo scopo di confermare i risultati della prima perforazione, ossia che la chimica del primo campione di polvere del sito John Klein era molto meno ossidante di quello di un campione di suolo che il rover raccolse prima che cominciasse la foratura.

Sebbene Cumberland e John Klein siano molto simili tra loro, il nuovo sito sembra presentare dei granuli più resistenti all'erosione che formano delle asperità superficiali, grumi di minerali, che si formano quando l'acqua intrise la roccia molto tempo fa. Spiega la Nasa che l'analisi di un campione contenente più materiale da queste 'rugosità' potrebbe fornire informazioni sulla variabilità all'interno dello strato di roccia della zona, che include sia John Klein che Cumberland.

Cumberland curiosity

Intanto, gli ingegneri di missione del Jet Propulsion Laboratory della Nasa hanno recentemente finito di aggiornare il software operativo di Curiosity dopo la pausa forzata di quattro settimane dovuta all'allineamento tra la Terra, Marte e il Sole. Ad aprile, infatti, la Nasa non ha inviato al rover i nuovi comandi, perché Marte e il Sole si trovavano in una posizione tale da impedire o comunque rendere difficoltose le comunicazioni dal nostro pianeta verso Marte. Nel frattempo, nonostante lo stop, il rover ha continuato a monitorare l'atmosfera marziana durante la pausa.

Programmi per Curiosity? Dopo 9 mesi dal suo arrivo sul pianeta rosso, il rover si sposterà presto verso le pendici del monte Sharp, a 5 km di altezza per esaminarne gli strati più interni.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

- Le 5 scoperte del rover Curiosity su Marte

- Acqua su Marte? Forse no. Curiosity al lavoro

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico