Curiosity a caccia di "fiori" su Marte

fiore su marte

Il rover Curiosity ha trovato qualcosa di strano vicino ad una roccia marziana. Parrebbe un fiore fossilizzato, come molti hanno ipotizzato. Ma sebbene gli scienziati della Nasa non ne siano affatto sicuri, per il momento lo strano oggetto ritratto dal rover in perlustrazione viene, appunto, definito “fiore marziano”.

Quindi, possono fiori crescere a -65 gradi Fahrenheit? Dal colore chiaro, l'aspetto traslucido e la presenza di forme irregolari, simili ai pistilli floreali, molti lettori nel forum del sito Above Topo Secret ne sarebbero convinti. Mentre altri lettori lo hanno paragonato ad un cristallo, una roccia di quarzo.

Si cercano risposte che, nonostante tutto, ancora si attendono. Alan Boyle, giornalista della NBC, si è recato al Jet Propulsion Laboratory per trovare alcune spiegazioni. La piccola roccia o fiore marziano, che dir si voglia, è stato ripreso da Curiosity il 19 dicembre scorso dal Mars Hand Lends Imager. "Questo oggetto sembra far parte di una roccia e non di detriti del veicolo spaziale", ha affermato un portavoce. E per il momento è tutto.

Un cristallo marziano solitario, incorporato in una roccia sedimentaria, apre nuove e interessanti prospettive nella geologia del pianeta rosso. Sulla Terra, i cristalli si trovano ovunque, sia cementati da tempo o parte di alcune rocce in seguito al raffreddamento dopo essere stati sottoposti al calore nelle profondità della superficie. Anche nell'aria e nell'acqua vi è abbondanza di rilevare minerali cristallini, trasportati e mescolati con altre rocce. Ma Marte è stata ritenuto, almeno fino ad ora, un pianeta geologicamente “morto” rispetto al nostro pianeta. Quantomeno questo è quello che pensiamo. È certamente possibile che questa possa una traccia della geologia del passato di Marte o forse qualcosa di più recente, visto che del pianeta ne sappiamo ancora così poco.

Un'altra idea è che “il fiore” sia un pezzo di materiale espulso e fuso, residuo di un passato impatto. Non sarebbe strano visto che tutto il pianeta reca tracce di siti da impatto. Il rover possiede gli strumenti sofisticati necessari per scoprire molto di più su questo oggetto. E capire quel che il fiore realmente è sarebbe come svelare il modo di pianificare un progetto affascinante per una futura missione sul pianeta rosso.

Ma per ora il compito del rover della Nasa è quello di dare un'occhiata più da vicino e fornire delle risposte plausibili.

Federica Vitale

Leggi anche:

- Marte, Coriosity: Pronti, via. Si cerca la vita aliena

- Curiosity: il rover trova cloro e zolfo nelle rocce marziane

- Curiosity: su Marte una roccia simile a quelle terrestri

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico