X-37B: oggi il nuovo lancio della navicella del futuro

lancio X-37B

X-37B Orbital Test Vehicle (OTV), l'Air Force spaziale senza pilota e riutilizzabile, è stato predisposto per il lancio a bordo di un razzo Atlas V United Launch Alliance (ULA) presso il Cape Canaveral Air Force Station, previsto per il 11 Dicembre 2012 alle 13:03 (ore locali).

Le previsioni meteorologiche più recenti rilasciate dal 45esimo Weather Squadron sostengono che, al momento, c'è solo una probabilità del 30 per cento nelle condizioni meteo ammissibile per il lancio. In caso di ritardo di 24 ore, un fronte freddo permarrà su tutta la Florida centrale con condizioni di cielo coperto, rovesci e la minaccia di temporali isolati. Le preoccupazioni principali per un ritardo di 24 ore sono fulmini, nubi cumuliformi e, sostanzialmente, un meteo disturbato da dense nubi.

Il lancio era stato inizialmente riprogrammato per lo scorso 27 Novembre 2012 a causa dell'anomalia di una camera di pressione osservata durante il lancio di configurazione del Global Positioning Satellite (GPS) IIF-3 per mezzo di Delta IV, il 4 Ottobre 2012. In tale occasione, infatti, mentre durante la missione si riuscì a collocare con successo il satellite GPS in un'orbita precisa, si rilevò una camera di pressione più bassa del normale sullo stadio superiore del motore di Delta IV RL 10.

Questa missione, denominata OTV- 3, sarà una sorta di “secondo round” del primo volo di X-37B OTV, recuperato con successo a Vandenberg AFB a dicembre 2010, dopo 224 giorni in orbita. OTV-2, anch'esso lanciato dal Cape Canaveral Air Force Station, in Florida, il 5 marzo 2011, condusse in orbita esperimenti per 469 giorni nel corso della sua missione.

X-37B è la più nuova e più avanzata navicella di rientro spaziale. Gestito dall'Air Force Rapid Capabilities Office, il programma di X-37B prevede la riduzione dei rischi, la sperimentazione e il concetto di sviluppo delle operazioni per le tecnologie dei veicoli spaziali riutilizzabili. "Con il ritiro della flotta Space Shuttle, il programma X-37B OTV offre una capacità singolare per lo sviluppo della tecnologia spaziale", ha dichiarato il tenente colonnello Tom McIntyre, manager della missione X-37B. "La capacità di ritorno permette all'Air Force di testare nuove tecnologie senza lo stesso rischio affrontato da altri programmi".

Boeing afferma che il design di X-37B combina il meglio degli aeromobili e dei veicoli spaziali in un unica navicella senza equipaggio. Gli obiettivi del programma includono la sperimentazione e l'osservazione dello spazio, la riduzione dei rischi per un equipaggio umano e lo sviluppo di alcuni concept operativi per le tecnologie dei veicoli spaziali riutilizzabili.

Federica Vitale