Curiosity: niente metano su Marte

laser curiosity

C'è metano su Marte? Almeno per adesso questa possibilità non sembra confermata dalle osservazioni di Curiosity. Il rover della Nasa ha mostrato che sul pianeta rosso non è stato possibile rilevare il prezioso gas, precursore della vita.

Un insieme di strumenti a bordo del rover hanno ingerito e analizzato campioni raccolti nei pressi del sito Rocknest del cratere Gale. I risultati delle analisi dei campioni dello strumento SAM (Sample Analysis at Mars Instrument) suggeriscono non solo la perdita di una frazione di atmosfera ma anche che il metano su Marte è presente ma solo in pochissime in piccolissime percentuali, vicine allo zero.

Il metano è un gas chiaramente non abbondante nel sito del cratere Gale ha detto Chris Webster del Nasa Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, in California. Gli organismi viventi producono oltre il 90 per cento del metano trovato nell'atmosfera terrestre. Per questo sarebbe importante trovare consistenti tracce di metano anche nell'atmosfera marziana. Tuttavia, le prime misurazioni atmosferiche effettuate da Curiosity sembrano aver negato tale possibilità.

Niente metano, niente vita? Forse, ma gli scienziati non hanno intenzione di arrendersi: “Marte, come tutti sappiamo, può ancora riservarci delle sorprese", ha aggiunto Webster. Le analisi precedenti effettuate dalla Terra, prima dell'arrivo di Curiosity, avevano rilevato metano nell'atmosfera di Marte. Quindi non è del tutto vero che su Marte tale gas è assente, ma le concentrazioni misurate sono davvero molto basse, da 10 a 50 parti per miliardo.

curiosity armcamera

In questo momento, non abbiamo un rilevamento positivo di metano su Marte", ha detto Sushil Atreya della University of Michigan, co-ricercatore dello strumento SAM. "Ma ciò potrebbe cambiare nel corso del tempo, a seconda di come il metano viene prodotto e di come viene distrutto su Marte.

Secondo i ricercatori, il gas potrebbe essere stato distrutto da fonti non biologiche, ma anche da interazioni acqua-roccia e da reazioni fotochimiche nell'atmosfera di Marte. Ma c'è dell'altro. I cosiddetti 'pozzi di assorbimento' sul pianeta rosso sono abbastanza efficienti, ciò significa che Marte potrebbe avere un potente sistema in grado di eliminare il gas dall'atmosfera ogni poche centinaia di anni. E ciò potrebbe significare che la presenza di metano nell'aria del pianeta rosso potrebbe essere stata generata di recente.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico