Cina: atterrata con successo la navicella Shenzhou-9

shenzhou9

Cina, si è conclusa con successo la missione della prima donna cinese nello spazio. I tre membri dell'equipaggio della navicella Shenzhou-9, Jing Haipeng, Wang Liu e Liu Yang, sono tornati sulla Terra la scorsa notte atterrando in Mongolia.

La sonda Shenzhou 9 è atterrata in un'area piuttosto accidentata. Tuttavia, i tre membri dell'equipaggio sono tutti in buona salute. La missione ha raggiunto tutti i suoi obiettivi principali, tra cui l'attracco automatizzato, seguito dall'aggancio manuale. Dopo l'aggancio dello scorso 18 giugno, l'equipaggio si è adattato al lavoro a bordo di Tiangong-1, la nuova Stazione spaziale cinese, nota anche come Palazzo Celeste.

Il 22 giugno scorso, i taikonauti hanno modificato manualmente il controllo d'assetto per il veicolo spaziale, una prima assoluta per i cinesi, cinque giorni dopo lo storico attracco in orbita. Il sistema di controllo sulla Tiangong-1 è stato disattivato da Liu Wang, prima di testare tre diversi tipi di posizionamento.

Durante la loro permanenza in orbita, sono stati effettuati oltre agli esami medici di routine anche la misurazione della temperatura corporea, della pressione sanguigna e del peso, comunicati in diretta ai medici sulla Terra. Tra gli altri esperimenti spaziali effettuati, vi è stata anche la valutazione dei ritmi biologici umani e altri gli studi fisiologici ed esperimenti in ambiente di microgravità.

La struttura di Shenzhou 9 è basata su quella della navicella russa Soyuz TM. Il dispositivo può trasportare fino a tre astronauti. La sua massa totale è di 8.082 kg, con una lunghezza di 9,25 m, un diametro di 2,80 e una campata di 17 metri.

La prossima missione, la Shenzhou-10, dovrebbe durare tre settimane e prevede un nuovo ancoraggio entro il 2012 alla stazione Tiangong-1. E intanto la Cina promette nuovi investimenti a favore dell'esplorazione spaziale.

Francesca Mancuso

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico