NuStar: il nuovo telescopio spaziale che studierà i buchi neri

nustar

La Nasa ancora a caccia di buchi neri. Fervono i preparativi per il lancio del nuovo telescopio messo a punto dall'agenzia americana, l'Array Nuclear Spectroscopic Telescope, NuStar per gli addetti ai lavori.

Lo strumento che verrà lanciato in orbita il prossimo 13 giugno da Kwajalein dalle isole Marshall, partirà a bordo del razzo Pegasus. Il piano previsto per la missione Nustar, guidata dal California Institute of Technology di Pasadena e gestito da Jet Propulsion Laboratory della Nasa, sarà avviato già nei primi giorni di giugno. La scorsa settimana è stata effettuata, con successo, una simulazione del lancio di Pegasus.

L'aereo partirà dalla California il 5 giugno per arrivare al sito da cui avverrà il lancio il giorno successico. La partenza di NuStar è prevista, salvo intoppi, per le 08:30 PDT del 13 giugno.

Al momento i tecnici della Vandenberg Air Force Base, in California, stanno installando la carenatura del razzo attorno allo speciale osservatorio. Anche altri software di valutazione del volo sono ancora in fase di completamento e dovrebbero essere completati prima della Flight Readiness Review, prevista per il 1° giugno.

La navicella spaziale è stata costruita dall'Orbital Sciences Corporation di Dulles, in Virginia, mentre il telescopio nasce dal lavoro congiunto di un consorzio che comprende il Caltech, il JPL, l'University of California Berkeley, la Columbia University di New York, la Nasa, il Danish Technical University in Danimarca, ed altri.

Anche l'Italia prenderà parte alla missione. NuStar sarà gestito anche dall'Agenzia Spaziale Italiana che fornirà la sua stazione di Malindi, in Kenya.

Francesca Mancuso

Cerca