Discovery: ieri prima passeggiata sull'Iss

discovery_passeggiata

Si è tenuta con successo la passeggiata spaziale prefissata per ieri, 28 febbraio sulla Stazione Spaziale Internazionale. Per tutto il giorno precedente i due astronauti coinvolti, Alvin Drew e Steve Bowen, hanno configurato gli strumenti per il loro compito al di fuori della stazione. Mentre gli altri membri dell’equipaggio, tra cui il nostro Paolo Nespoli, hanno riesaminato attentamente ogni procedura, il comandante Lindsey ed il pilota Eric Boe hanno testato le manovre delle estensioni robotiche che coadiuveranno i due astronauti.

L’ironia della sorte ha voluto che Steve Bowen fosse il sostituto dello sfortunato Tim Kopra che, lo ricordiamo, è l’astronauta che si infortunò un ginocchio nel mese di gennaio; incidente che ha slittato la partenza del Discovery di quasi un mese. La Nasa ha provveduto così a sostituire Kopra con Bowen che, in quest’ultimo mese, ha affrontato una dura preparazione fisica in vista del lancio e della sua passeggiata spaziale accanto al collega Drew. Afferma Peggy Whitson, alla testa dell’ufficio addetto agli astronauti presso il Johnson Space Center di Houston, che è davvero molto complesso sostituire un astronauta, soprattutto se questi è quello fisicamente preparato già da tempo alle attività extraveicolari (EVAs).

È uno degli sforzi fisici più duri che ogni astronauta incontra. Un’ora di passeggiata spaziale equivale a ben sette ore di piscina. Durante tutto il tempo richiesto dalle operazioni esterne, non gli è concessa alcuna pausa e può portare con sé solo dell’acqua da bere tramite una cannuccia. “È un duro lavoro per i muscoli, per le mani e le braccia”, continua il portavoce Nasa Kelly Humphries.

Durante la preparazione atletica, gli astronauti provano i loro movimenti anche grazie all’attrezzatura che indosseranno in tali occasioni. Questi test vengono effettuati in apposite piscine, chiamate Neutral Buoyancy Laboratory, installate nel Johnson Space Center.

Il compito degli astronauti Drew e Bowen sarà quello di apportare alcune migliorie esterne all'Iss ed installare alcuni elementi al laboratorio orbitante.

Federica Vitale

Cerca