Google Play: cos'è?

google play

Googliani siete avvertiti. Da alcune ore è comparsa nella toolbar della home page di Google un nuovo pulsante. Si chiama Google Play e attraverso la sua funzione si accede letteralmente ad un negozio virtuale dove è possibile scaricare migliaia di applicazioni ad uso esclusivo della tecnologia Android. Non ci sono grandi novità invece per quanto riguarda le funzionalità, rimaste fondamentalmente uguali.

Di cosa si tratta di preciso? Dagli Usa arrivano delle indiscrezioni. Con Google Play sarà possibile fare ricerche, scoprire, comprare e condividere musica, libri, film e applicazioni a pagamento o gratuite. Il tutto in uno spazio virtuale accessibile dal web o da qualsiasi strumento Android. Insomma,un vero e proprio Google Play Store lanciato da Mountain View che intende così riunire tra loro alcune funzionalità del motore di ricerca, sostituendone altre tra cui Android Market.

Bastano solo pochi e semplici click direttamente dal computer o, se si preferisce, dal proprio smartphone o dal tablet. Dopodiché si entra letteralmente in un luogo virtuale con oltre 450 mila applicazioni di differenti generi, tra cui quelle dedicate alle canzoni e ai film. Insomma, Google ha le idee chiare. Anche sul nemico da battere: Apple. Forse alcuni sono un po' scettici visti i numeri record realizzati dalla casa di Cupertino grazie al suo iTunes Store. Ad ogni modo, Mountain View non si lascia scoraggiare ed è abituato al suo celeberrimo rivale concorrente.

È necessario un solo account accessibile in qualsiasi momento per garantire un’entrata più "easy" da parte dell'utente ovunque si trovi. Occorre solo la connessione internet per entrare ad un mondo di shopping virtuale in grado di soddisfare qualsiasi desiderio.

Si parla infine di un esordio a breve di Play Books in Europa che partirà dalla Francia, mentre l'Italia dovrà attendere. Un'evoluzione con l'obiettivo di offrire sempre di più.

Federica Vitale

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico