Safety Check: lo strumento di Facebook per trovare gli amici in caso di disastri

safetycheckmobielcarousel

Le catastrofi naturali, ma anche i disastri ambientali, sono ormai all'ordine del giorno. Deve averlo capito anche il team di Facebook che sul social network introdurrà una nuova funzionalità: Safety Check, un modo semplice per comunicare in un clic ad amici e parenti che si è al sicuro e al tempo stesso per vedere se lo sono anche gli altri.

In caso di calamità, è capitato che le persone usino i social come Facebook per controllare i propri cari e ricevere aggiornamenti. È in questi momenti che la comunicazione è più critica, sia per le persone che si trovano nelle zone colpite che per i loro amici e familiari, ansiosi di notizie.

Vogliamo fornire un utile strumento che le persone possano utilizzare quando vengono colpite da gravi catastrofi, così abbiamo creato Safety Check,spiega il team di Zuckerberg.

Il terremoto del 2011 e lo tsunami in Giappone furono devastanti. Secondo la Croce Rossa giapponese, più di 12,5 milioni di persone furono coinvolte e oltre 400.000 persone furono evacuate. Durante quella crisi, è emerso più che in altre occasioni che la gente aveva utilizzato la tecnologia e social media per tenersi in contatto.

I nostri ingegneri in Giappone hanno compiuto allora il primo passo verso la creazione di un prodotto per migliorare l'esperienza di 'riconnessione' dopo un disastro. Hanno costruito il Disaster Message Board per rendere più facile comunicare con gli altri. Hanno lanciato un test dello strumento un anno dopo e la risposta è stata travolgente. Questi eventi ci hanno insegnato molto su come le persone usano Facebook in caso di catastrofi,” spiegano.

Il Disaster Message Board divenne presto Check Safety, che sarà disponibile a livello globale su Android, iOS e pc.

safetycheck

Ecco come funziona. Quando lo strumento viene attivato dopo un disastro naturale, se ci si trova nella zona interessata, si riceverà una notifica di Facebook che chiederà se si è al sicuro, indicando anche la propria posizione e cercando nella città indicata sul proprio profilo non solo l'ultima posizione ma anche quella degli amici presenti nelle vicinanze.

Per dare proprie notizie basterà selezionare “Sono al sicuro” e inviare la notifica. Allo stesso modo, se durante un disastro si vuole avere notizia di amici e parenti presenti sul posto, si riceverà la notifica di quelli che si sono contrassegnati come sicuri.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

I 5 droni che ci salveranno dalle catastrofi (naturali e non)

Catastrofi ambientali: le "cicatrici" della Terra viste dai satelliti

Twitter dà voce all'Egitto: anche Google scende in piazza

FireChat, l'app di protesta delle folle di Hong Kong

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico