Le app superano i browser: ecco il futuro del mobile

app primato

App battono i browser. Il tempo trascorso sul web è sempre più in diminuzione, se messo a confronto con quello che invece gli utenti passano con le applicazione di telefonia mobile. È quanto emerge dalla nuova analisi condotta dall'americana Flurry, che ha calcolato il tempo medio trascorso dai consumatori con un dispositivo: 2 ore e 42 minuti al giorno rispetto alle 2 ore e 38 minuti del 2013.

Merito soprattutto delle app, che rubano da sole 2 ore e 19 minuti ogni giorno, contro le 2 ore e 7 minuti dello scorso anno. Secondo l'indagine, l’86% del tempo trascorso sui dispositivi mobili viene speso sulle applicazioni e non sui browser per la navigazione web, negli Usa. Ciò significa che gli statunitensi passano appena il 14% del loro tempo ad usare i browser per internet.

I dati raccontano una storia chiara, che anticipa il futuro: le applicazioni, qualche anno fa considerate un mero capriccio, sono oggi completamente dominanti nel mobile, e i browser non sono altro che una delle tante applicazioni.

tempo app

La tabella sottostante mostra le categorie delle app confrontandole con i dati dello scorso anno: si può notare come le applicazioni di gioco abbiano mantenuto la posizione di leadership, col 32 % del tempo. Seguono le app social e di messaggistica, tra cui Facebook al 17%. Le app multimediali (compreso YouTube) e le utility hanno mantenuto le loro posizioni all'4 % ciascuna, mentre le applicazioni di produttività hanno visto la loro quota raddoppiare dal 2% al 4%.

tempo ios android

Tornando al tempo generale speso sul cellulare, un consumatore americano medio ha passato altri 4 minuti al giorno in più su un dispositivo mobile rispetto allo scorso anno

tempo mobile

In termini di tempo trascorso, Facebook ha ancora il primato tra i social anche se il segmento è cresciuto, trainato principalmente dalle applicazioni di messaggistica. L'analisi di quest'anno ha considerato singolarmente anche YouTube anche se all'interno della categoria intrattenimento, di cui copre il 50%.

È ancora troppo presto per prevedere l'andamento che le applicazioni avranno nel 2014, ma una cosa è chiara: le Apps hanno vinto e il browser mobile è in coda. Ora ogni azienda del mondo, tra cui Google si sta adeguando a quella realtà”, spiega Flurry.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Outernet: in futuro internet verrà dallo spazio e sarà gratis per tutti

SMS: superati dalle chat, ma 2,4 mln di italiani è senza ADSL

Whatsapp e i suoi simili superano gli sms

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico