Facebook e' un'epidemia: la 'guarigione' nel 2018

fine facebook

Facebook è in assoluto il social network più popolare, superando il miliardo di utenti. Tuttavia, entro il 2018 potrebbe perderne l'80%. Il successo e la capillarità potrebbero dunque esaurirsi secondo una ricerca condotta dalla Princeton University.

Facebook potrebbe essere paragonato ad un'epidemia. Per questo motivo, all'interno dello studio gli scienziati hanno utilizzato un modello epidemiologico modificato in grado di descrivere le dinamiche di iscrizione e abbandono delle reti sociali online da parte degli utenti. "Come la peste bubbonica, anche per Facebook è giunto il termine", scrive Eric Markowitz di Vocativ.

Sebbene si tratti di previsioni, ciò che il modello ha ipotizzato è il drastico calo del popolo di Facebook. Un esodo di massa che entro l'anno porterà ad un calo del 20% ma che entro il 2018 potrebbe coinvolgere l'80% degli utenti attuali. Diventato virale nel giro di poco tempo, il morbo di Facebook potrebbe essere debellato, secondo i ricercatori.

facebook grafico

Sarà davvero la fine del social network che vanta oggi il maggior numero di iscritti? No, se invece si considerano i dati diffusi dall'edizione 2014 del GlobalWeb Index. In questo caso, Facebook ha fatto registrate un calo dei suoi iscritti del 3% nel 2013, senza perdere il suo primato rispetto ai concorrenti, con il 49% di utenti attivi e una frequenza di visitatori quotidiani pari al 56%.

Se davvero il social network sta sperimentando un periodo di crisi, di certo al momento non sta rischiando grosso, ma se le previsioni di Princeton dovessero rivelarsi azzeccate, Marck Zuckerberg avrà di che preoccuparsi.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Facebook: siamo un miliardo

- Il mondo di Facebook in un'immagine

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico