Dropbox: il file sharing non è mai stato così semplice

file_sharing

Ormai la rete mette a disposizione degli utenti molti servizi di file sharing, ovvero tecnologie con le quali file di grosse dimensioni vengono caricati su potenti server esterni in grado di immagazzinare moltissimi Mb di dati, utili soprattutto per spedire via posta elettronica allegati pesanti. E molti di loro sono assolutamente gratuiti e senza necessità di registrazione. Ma Dropbox ha qualcosa in più. È infatti in grado non solo di conservare dati ma anche di sincronizzarli in modo da renderli disponibili contemporaneamente da diversi utenti e su diverse apparecchiature, come pc, smarthphone e altre tecnologie dotate di connessione web.

Dropbox è dunque un software multi-piattaforma che offre gratuitamente 2 Gb di spazio incrementabili a 3 invitando altri utenti, ed è utilizzato da amici o colleghi che hanno la necessità di condividere file e documenti, ad esempio se lavorano sul medesimo progetto. Il servizio consente di scegliere sia i file da condividere che gli utenti con cui condividerli attraverso la registrazione dei loro indirizzi e-mail. La sicurezza è garantita da un sofisticato sistema di criptaggio dei dati.

Non solo. Non ha bisogno di alcuna istallazione per essere utilizzato, ma nonostante questo mette a disposizione degli utenti una cartella locale con cui gestire i file. Utilizzare Dropbox è come collegare al proprio pc un hard disk esterno, con il vantaggio che questo ha prese multiple per tutti gli utenti connessi. É possibile anche liberare memoria dal server centrale mantenendo la condivisione locale stabilita in precedenza.

Con Dropbox è possibile salvare la lista della spesa e controllarla con uno smarthphone al supermercato, registrare dati su menù di vari ristoranti in modo da averli disponibili per ogni evenienza, ma, accanto a queste applicazioni, il software può essere utilizzato anche in maniera più sofisticata.

Ad esempio possiamo scaricare in remoto e sincronizzare in un’unica cartella file Bit Torrent, un’altra applicazione di condivisione di file ma specifica per quelli di tipo multimediale (musica, film). Infatti questo software offre l’opzione per aggiungere in maniera automatica file torrent copiati su una precisa cartella scelta da noi. Sarà dunque sufficiente fornire quella creata su Dropbox per avere i file multimediali direttamente disponibili ed eventualmente condivisi con gli utenti scelti.

Gli utilizzi di Dropbox sono dunque molteplici anche solo nella versione gratuita. Accanto a quest’ultima, inoltre, esiste quella a pagamento con la quale lo spazio a disposizione è incrementato: pagando infatti 9,99 dollari al mese o 99 dollari all'anno si possono utilizzare 50 Gb di memoria.

Roberta De Carolis

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico