Hitchbot: il robot che attraversa il Canada in autostop

Hitchbot - il robot che attraversa il canada in autostop

Di solito le persone non sono molto disposte ad accogliere autostoppisti, ma per gli automobilisti canadesi sarà molto difficile rifiutare un passaggio a questo simpatico robot!

Il suo nome è Hitchbot, ed è alto quanto un bimbo di sei anni. Ha un GPS ed una fotocamera, è connesso ad internet tramite la rete 3G e presto proverà a girare il Canada in autostop.

Durante tutto il viaggio coast-to-coast, che inizierà il 27 luglio, Hitchbot sarà completamente solo, con il suo piccolo braccio che ricreerà il classico segnale di richiesta di autostop. Ci si aspetta di trovare autisti generosi, disposti ad accoglierlo in macchina, e fare un pezzo di viaggio con lui.

"Sono un robot-spirito-libero che vuole esplorare il Canada e incontrare nuovi amici lungo la strada" dichiara Hitchbot sul suo sito web. Si, perché il piccolo robot è in grado di interagire con le persone. dotato di un software di riconoscimento vocale grazie al quale potrà chiacchierare con i suoi accompagnatori, fornendo risposte in base all'accesso al Web e a siti come Wikipedia.

La mente dietro questo bizzarro progetto è quella del Prof. David Harris Smith, ricercatore presso la McMaster University del Canada, il quale però ci tiene a sottolineare che non si tratta di una ricerca scientifica ma piuttosto di un esperimento sociale: di solito la domanda che ci poniamo è 'Possiamo fidarci dei robot?' Questa volta il Prof. Smith la rovescia: 'Possono i robot fidarsi degli umani?'