Dal virtuale al reale col robot Alex

robot alex

Si chiama Alex ed è un robot in grado di far vivere esperienze reali, pur rimanendo fermi in laboratorio. Ha destato particolare curiosità al "FET and the city", l'evento che ieri e oggi ha visto Pisa e la Scuola Superiore Sant’Anna al centro della robotica internazionale.

FET è l’acronimo che, in italiano, corrisponde a Tecnologie Emergenti Future. Qui infatti docenti universitari, ricercatori e scienziati si sono dati appuntamento per confrontarsi sulle tecnologie più innovative e di maggiore impatto sulla società e sulla vita dei cittadini nell'immediato futuro.

E Alex è stato uno dei protagonisti di ieri. Il robot è una sorta di esoscheletro, un sistema indossabile che collega la persona che lo usa ad un avatar virtuale. Qualsiasi gesto apparirà dunque reale a chi lo indossa, così come appariranno reali gli stimoli sensoriali passati attraverso Alex.

L'esoscheletro Alex, che proietta direttamente gli utenti nella realtà aumentata, fa parte di un progetto internazionale più ampio, denominato Vere, che mette insieme neuroscienze, informatica e robotica. Per l'Italia è il Perceptual Robotics Laboratory a prendervi parte.

Con questo progetto - spiega Massimo Bergamasco, fondatore del laboratorio di Robotica Percettiva della Scuola Sant’Anna - stiamo studiando nuove tecnologie e paradigmi per immedesimarsi, attraverso un corpo virtuale, in un’esperienza completamente digitale e viverla come se fosse reale e autentica. Oppure attraverso un robot possiamo immergerci in un’esperienza remota”.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

- Robot Da Vinci: a Pisa asporta un utero dall’ombelico

- Robot: ai Japan Days di Pisa le novità da Italia e Giappone

- Roborama: i robot vanno in scena a Pisa

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico