Quando il parrucchiere diventa...robot

Robot barbiere

Un robot barbiere, che lava, massaggia e asciuga i capelli. È quello appena sviluppato da Panasonic. Ideato per anziani e disabili, Head Care Robot – questo il suo nome – verrà prima testato in Giappone e poi messo in commercio. Secondo Panasonic le tecniche utilizzate da HCR per effettuare massaggi alla testa offrirebbero un'esperienza superiore ad un qualsiasi shampoo fatto da un essere umano.

Come spiegato nel video promozionale di Panasonic il robot, in ognuna delle sue 24 dita, ha dei sensori che misurano la testa dell’utente, permettendo così di personalizzare il massaggio e lo shampoo in base al cliente. Dall’azienda giurano che “il massaggio è estremamente rilassante e offre un comfort che gli utenti non potranno mai sperimentare da mani umane”.

La seduta inizia con dei getti d’acqua calda ed una prima insaponatura di shampoo al nostro cuoio capelluto: HCR muove le sue 24 dita con movimenti completi ma delicati, pulendo accuratamente i nostri capelli. Poi viene spruzzato un velo di balsamo e si passa al casco asciugacapelli.

L’ultima fase del lavaggio prevede un massaggio, che ci rilasserà mentre la il casco starà asciugando i nostri capelli. HCR dovrebbe funzionare anche per i clienti con i capelli lunghi, con delle bocchette appositamente collocate per un accurato risciacquo. Chissà però se avere sui loro capelli tutte quelle dita meccaniche che si muovono non finirà per provocare ansia nei clienti, anziché il relax di cui parlano gli sviluppatori.

In origine Head Care Robot è stato concepito per un uso in ospedali e case di cura, per dare agli anziani e ai disabili un “miglioramento della qualità della vita”; tuttavia, a partire da giugno sarà disponibile anche per uso commerciale nei negozi dei parrucchieri.

Antonino Neri