Lokomat: un robot e la realtà virtuale per la riabilitazione

lokomat

Si chiama Lokomat ed è un esoscheletro robotizzato che aiuterà i pazienti con lesione midollare alla riabilitazione. Il dispositivo è stato introdotto e presentato al Niguarda di Milano, uno dei pochi centri italiani ad averlo a disposizione, grazie anche all'AUS Niguarda Onlus.

Lokomat è un dispositivo complesso, formato da un esoscheletro, da un sistema di allevio del peso, da un tapis roulant e da un software che consente l'aumento delle potenzialità del movimento nel recupero della deambulazione.

Come funziona? Secondo quanto si legge in una nota, il robot ha dei supporti che si applicano agli arti inferiori e possono fornire un’assistenza diversificata sulle gambe. Successivamente, il software ad essi collegato consente di modificare i parametri del cammino, dalla velocità alla frequenza, dalla lunghezza del passo all'escursione delle articolazioni del ginocchio e delle anche, consentendo anche di misurare i vari parametri del movimento. Spazio anche all'interattività visto che Lokomat fornisce informazioni al soggetto invitandolo a modificare i movimenti attraverso un sistema di realtà virtuale che "permette al paziente la visualizzazione di ambienti coinvolgenti con cui può attivamente interagire grazie ad un meccanismo di feedback". E non è tutto. I dati relativi a ciascun paziente sono salvati e messi a disposizione dei terapisti.

L'utilizzo del Lokomat offre dunque benefici specifici alle persone con lesione midollare incompleta, facilitando la ripresa della deambulazione. Ecco come:

  • Favorisce l’addestramento alla deambulazione

  • Consente l’allenamento alla deambulazione

  • Richiede una partecipazione attiva del paziente

  • Il feedback stimola la riorganizzazione del Sistema Nervoso Centrale

  • Migliora la circolazione, il trofismo muscolare e il tono cardiaco

  • Contribuisce a prevenire le piaghe da decubito

A margine della presentazione, il direttore dell’Unità Spinale Unipolare dell’Ospedale Niguarda, Tiziana Redaelli ha commentato: "Oggi è disponibile presso l’USU un apparecchio robotizzato, strumento di grande valenza per facilitare il recupero neurologico nelle lesioni spinali incomplete, che risparmiano almeno parzialmente alcuni movimenti sotto la lesione. La disponibilità di questo apparecchio facilita la programmazione delle attività rivolte alla riabilitazione della stazione eretta e del cammino".

Francesca Mancuso

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico