Android, un bug mette arischio la privacy. Ecco come proteggersi

Android un bug mette al rischio la privacy

È stato appena scoperto un bug che colpisce Android, un problema piuttosto grave che metterebbe a rischio la privacy degli gli utenti che usano il sistema operativo sviluppato da Google.

A dare la notizia è stata l'Electronic Frontier Foundation (EFF), un'organizzazione no profit che si occupa di diritti digitali e sicurezza informatica.

La falla scoperta è legata alla funzione PNO (Preferred Network Offload), l'opzione che si occupa di tenere in memoria le reti WiFi a cui il device si è connesso, permettendo così di riattivarle in automatico appena tornano a portata. In particolare, il problema sembrerebbe essere nella fase di standby, durante la quale il device continua a mantenere la connessione WiFi attiva per ricevere notifiche e scaricare aggiornamenti.

Anche con lo schermo spento il device continuerebbe a trasmettere in chiaro queste informazioni, alla continua ricerca di una rete a cui connettersi. Dunque se i nomi delle WiFi a cui ci siamo connessi sono molto esplicativi, chiunque rintracciasse questi dati verrebbe a conoscenza di tutti i luoghi da noi visitati.

Considerando che molte reti wi-fi hanno spesso nomi molto esplicativi (quello della nostra azienda, dell'Università o di un locale) significa che chiunque potrebbe sapere tutti i luoghi da noi visitati.

come-disattivare-PNO-k5lB-U10301874481071CKF-640x261LaStampa.it

Google informa che ha iniziato le ricerche per una soluzione della falla, ma probabilmente i vecchi dispositivi non potranno essere aggiornati. Per evitare questo problema, è bene sapere che la funzione PNO si può disattivare: come mostrato nella foto, bisogna andare nelle impostazioni avanzate wi-fi e cercare “Mantieni il wi-fi attivo quando in modalità sospensione”, dopodiché selezionare “Mai”.

Arturo Carlino

Fonte: Electronic Frontier Foundation

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico