XPhone: lo smartphone di Google nel 2013

sede google

Per il momento si chiama X Phone, lo smartphone di Google il cui sviluppo sarebbe iniziato già nel corso di questo 2012 e il cui debutto sul mercato si attende per l'inizio del 2013.

Secondo quanto si legge sul Wall Strett Journal e secondo gli insistenti rumors che circolano in rete, il gigante di Mountain View starebbe lavorando ad uno smartphone tutto suo che dovrebbe rappresentare una vera e propria rivoluzione nel settore della telefonia mobile. Al prototipo sono impegnati anche gli ingegneri di Motorola Mobility, l'impresa acquistata qualche mese fa da Google.

Il team di ingegneri Motorola, dunque, starebbero lavorando allo sviluppo di uno smartphone del tutto inedito che sia in grado di distinguersi dai dispositivi ora in circolazione equipaggiati con il sistema operativo Android. L'obiettivo? Quello di arrivare a competere anche con l'iPhone 5 di Apple.

Insieme al sofisticato dispositivo marchiato Google, potrebbe essere lanciato in contemporanea anche un tablet. Una notizia che già lascia presagire il debutto di un prodotto raffinato grazie al prezioso know how di Mountain View.

Tuttavia, i diretti interessati del team Motorola non hanno rilasciato alcuna dichiarazione in merito. Dennis Woodside, CEO Motorola, ha confermato che la compagnia "sta investendo in un team e in una tecnologia per produrre qualcosa del tutto differente dalle attuali offerte”, riferendosi probabilmente a quello che negli anni hanno offerto Apple e Android e che è diventato l'approccio standard per lo sviluppo di dispositivi mobili dotati di touch screen.

Il Googlefonino si baserà su evoluzioni all'avanguardia del software di immagini e la fotocamera, si promette, sarà tecnologica. Sempre secondo quanto si legge sul WSJ, alcune delle tecnologie di imaging deriveranno dall'acquisizione della startup Viewdle. E, non ultimo, Google vorrebbe immettere sul mercato uno schermo flessibile per accelerare il passo sulla concorrenza che si impegna nel lancio di tale innovazione già da un po' di tempo.

Staremo a vedere.

Federica Vitale

Leggi anche:

- Quali sono gli smartphone tossici?

- A spasso nei data center di Google

- Apple e Google Maps: accordo ritrovato

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico