Apple vs Samsung: ko tedesco dei coreani, accusati anche dall'Ue

samsung Apple_tab

Un'altra sconfitta per Samsung nella battaglia legale contro Apple: il produttore coreano continuerà a non poter vendere in Germania i due tablet di maggior successo, il Galaxy Tab 10.1 e il Galaxy Tab 8.9, rivali dell'iPad.

Lo riferisce l'edizione online dell'Huffington Post, secondo cui la Corte di secondo grado di Dusseldorf ha dato ragione ancora una volta a Cupertino che aveva citato in giudizio Samsung per concorrenza sleale. La sentenza, tuttavia, scontenta in parte anche la Mela: il divieto di vendita riguarda infatti solo la Germania e non tutta l'Europa, come avanzato nei giorni scorsi da Apple.

La notizia giunge dopo che i giudici tedeschi, già qualche mese fa, avevano accolto una querela presentata da Cupertino nei confronti dello stesso Galaxy 10.1. L'azienda di Seul aveva allora replicato modificando i dispositivi del device, dal telaio a la posizione degli altoparlanti. L'obiettivo era reinserire il prodotto sul mercato, perfino con un nome nuovo nome che scansasse ogni equivoco giuridico: Galaxy Tab 10.1N.

Ma ieri la magistratura è tornata a vincolare nuovamente l'azienda coreana. Il divieto di vendita del Galaxy Tab 10.1 e del Galaxy Tab 8.9, seppur proclamato solo in Germania, peserà non poco sul bilancio della società. Che in queste ore rischia di finire in tribunale per una questione diversa.

Secondo quanto scrive ancora l'Hp, la Commissione europea ha infatti deciso di aprire un'inchiesta contro la Samsung Electronics perché sospetta che il gruppo abbia utilizzato i diritti su alcuni brevetti in modo indebito per falsare la concorrenza nel mercato delle telecomunicazioni mobili, abusando così di una posizione dominante.

In particolare, nella nota dell'Antitrust Ue si legge che "Samsung non avrebbe rispettato gli impegni irrevocabili presi nel 1998 con l'Istituto europeo per gli standard nel settore delle telecomunicazioni (Etsi) affinchè rilasciasse licenze per l'uso dei suoi brevetti nel campo del '3G' e del wireless in base a termini equi, ragionevoli e non discriminatori".

Un'altra buona notizia, quindi, per Cupertino, che da tempo ha lanciato una battaglia contro i più grandi produttori di tablet e smartphone nei tribunali di tutto il mondo. Quella con Samsung, tra le altre, è solo il faccia a faccia più estenuante.

Da Seul, comunque, si continua a produrre e lavorare. Il passo falso in Germania non sembra aver fermato la dirigenza sudocoreana, che oggi ha smentito le voci secondo cui il suo nuovo "top di gamma" basato su sistema operativo Android, il Galaxy S III, non verrà presentato al Mobile World Congress in programma a fine Febbraio a Barcellona, ma verrà annunciato, prima di Giugno, nel corso di un evento esclusivo.

"Samsung - si legge nel comunicatodell'azienda, riportato da Techradar.com, - presenterà e dimostrerà nuovi ed entusiasmanti prodotti di telefonia mobile al Mobile World Congress 2012. Il successore dello smartphone Galaxy S2 sarà svelato in un evento esclusivo che si terrà nella prima metà dell'anno, più prossimo all'effettiva disponibilità commerciale del prodotto. Samsung si impegna a fornire le migliori esperienze mobili possibili ai suoi clienti in tutto il mondo".

Secondo le prime indiscrezioni, il Galaxy S III dovrebbe integrare un processore quad core, una fotocamera da 12 megapixel ed un display HD Super AMOLED con risoluzione di 1280x720 pixel.

AR

Cerca