Le 10 invenzioni casuali che hanno cambiato il mondo

10 invenzioni cambiato mondo

La storia dell'uomo è stata segnata da una lunga serie di scoperte ed invenzioni casuali: gli esperti stimano che di tutte le scoperte scientifiche tra il 30 e il 50% siano state in qualche modo accidentali. La capacità di riconoscere rapidamente l'utilità in qualcosa di inaspettato è una delle principali capacità che ci distingue dagli altri animali.

Sia che siano derivate da un caso fortunato o da un qualche episodio negativo, qui di seguito troverete le dieci invenzioni degli ultimi due secoli che, in un modo o nell'altro, hanno cambiato il nostro mondo:

1. I fiammiferi

Nel 1826 il farmacista inglese John Walker, mentre stava agitando una miscela di sostanze chimiche, notò una protuberanza secca sull'estremità di un bastone; quando cercò di raschiarla via si sprigionò una scintilla. Dopo la scoperta Walker iniziò a vendere nella sua farmacia un prodotto che battezzò “luci di attrito”. I fiammiferi, appunto. I primi fiammiferi erano fatti di cartone, ma ben presto furono sostituiti da stecche di legno tagliate a mano lunghe tre pollici (7,6 cm), in una scatola dotata di un pezzo di carta vetrata per sfregarli.

2. La porpora di anilina

Nel 1856, all'età di 18 anni, lo studente di chimica William Perkins stava cercando di realizzare un chinino artificiale per trattare la malaria, ma invece ottenne un residuo fangoso di catrame. Dopo aver osservato attentamente, Perkins notò che la sostanza aveva uno splendido color malva: il giovane chimico si era imbattuto, primo al mondo, nella porpora di anilina, un colorante che produce sempre una tonalità luminosa ed uniforme e che rappresenta il precursore dei colori sintetici che abbiamo oggi.

3. La penicillina

La penicillina, che fu il primo antibiotico scoperto al mondo, nacque nel 1929, quando il giovane batteriologo Alexander Fleming stava sistemando il suo laboratorio. Dopo una vacanza, tornò al lavoro e scoprì che una capsula Petri di Stafilococco era rimasta scoperta e la muffa aveva ucciso molti dei batteri. Fleming chiamò la muffa “penicillium notatum”, e dopo ulteriori ricerche scoprì che era in grado di uccidere altri batteri e poteva essere somministrata a piccoli animali senza effetti nocivi. Un decennio più tardi, Howard Florey ed Ernst Chain ripresero da dove Fleming aveva lasciato ed isolarono la sostanza trovata nello stampo, la penicillina. I tre vinsero il Premio Nobel per la medicina nel 1945 “per la scoperta della penicillina e del suo effetto curativo in diverse malattie infettive”.

4. Il forno a microonde

Il forno a microonde, l'invenzione che ha semplificato - anche di molto - la vita delle casalinghe di tutto il mondo, fu inventato nel 1940, quando la società americana Raytheon stava lavorando sui magnetron (tubi termoelettronici a due elettrodi) che durante la guerra venivano utilizzati per la difesa radar. Percy Spencer, un ingegnere di quella società, stava lavorando su un magnetron quando notò che una barretta di cioccolato che aveva in tasca stava iniziando a sciogliersi a causa delle microonde. Eureka! Spencer realizzò una scatola per cucinare e scoprì che, mettendo del cibo nella scatola, con l'energia a microonde si cucinava rapidamente.

5. La plastica

La prima plastica interamente sintetica venne inventata nel 1907, quando Leo Hendrik Baekeland creò - per caso - la bachelite. In origine l'inventore stava cercando un sostituto della gommalacca, un prodotto costoso derivato dai “coleotteri lacca”. Baekeland combinò la formaldeide con il fenolo (un prodotto di scarto del carbone), riscaldò la miscela e... anziché un materiale simile alla gomma lacca creò un polimero unico nel suo genere, poiché non si scioglie se sottoposto a calore o pressione. Oggi la plastica termoindurente è usata per un'infinità di oggetti, dai telefoni ai gioielli, agli orologi...

6. Le patatine fritte

Secondo la leggenda, nel 1853 il cuoco George Crum, del ristorante Saratoga Springs, era irritato a causa delle lamentele del ricco titolare del locale, che rimandava sempre indietro le patate del cuoco, tagliate in fette spesse alla francese, come si faceva spesso a quei tempi. Dopo il terzo “no” del titolare, l'esasperato Crum tagliò le patate più sottili che riuscì, le frisse e le ricoprì con una quantità di sale che riteneva esagerata. Invece, con sua grande sorpresa, il titolare le apprezzò moltissimo, tanto che ne e ordinò un'altra porzione. Ben presto le patatine fritte divennero la specialità della casa, cambiando per sempre la storia degli spuntini.

7. I raggi X

Nel 1895 il fisico tedesco Wilhelm Conrad Röntgen stava armeggiando con un tubo di raggi catodici, quando si accorse che un pezzo di carta ricoperto di platinocianuro di bario cominciò a brillare in tutta la stanza. Röntgen sapeva che il tremolio che aveva visto non era stato creato dai raggi catodici, perché non avrebbero potuto viaggiare così lontano. Non sapendo cosa fossero i raggi, li chiamò “Radiazione-X”, proprio per indicarne la natura sconosciuta. Dopo ulteriori ricerche, il fisico scoprì una serie di materiali trasparenti alla radiazione e che i raggi potevano marchiare le lastre fotografiche; perciò fece una fotografia a raggi X (una radiografia) della mano di sua moglie, che mostrò le sue ossa ed un anello. Quell'immagine suscitò grande interesse e si assicurò un posto nella storia della medicina e della scienza. Nel 1901 Röntgen ricevette il Premio Nobel per la fisica.

8. Il vetro temprato di sicurezza

Possiamo ringraziare il chimico francese (ed artista) Edouard Benedictus per l'invenzione del vetro laminato, noto anche come vetro (temprato) di sicurezza. Mentre si trovava nel suo laboratorio gli cadde una bottiglia di vetro, che si ruppe, ma non in frantumi. Benedictus si accorse che l'interno era stato rivestito con nitrato di cellulosa di plastica, che teneva i pezzi rotti tutti insieme. Il chimico fece la domanda per il brevetto nel 1909, con l'obiettivo di aumentare la sicurezza delle automobili, ma i produttori respinsero l'idea perché troppo costosa. In ogni caso nella prima guerra mondiale il vetro diventò uno standard per le lenti delle maschera antigas. Grazie al successo sui campi di battaglia, l'industria automobilistica finalmente cedette e dal 1930 la maggior parte delle automobili montavano il vetro di sicurezza, che al momento dell'impatto non si frantuma in pezzi irregolari.

9. Il Viagra

La svolta che ci è arrivata con il Viagra (Sildenafil) non avvenne mentre i ricercatori lavoravano su metodi per rendere gli uomini più virili: anzi, stavano provando il sildenafil come cura per l'ipertensione e le malattie cardiache. Dopo due fasi di test, i ricercatori giunsero alla conclusione che il farmaco non aveva dimostrato risultati promettenti per il cuore, ma osservarono che i soggetti sottoposti al test avevano ottenuto un beneficio tra le gambe. La Pfizer brevettò il Viagra nel 1996, e nel 1998 la FDA ne approvò l'uso per la disfunzione erettile. Le vendite del Viagra, ancora oggi, sono di ben oltre 1 miliardo di dollari l'anno.

10. I cookies al cioccolato

Ruth Wakefield e suo marito erano i titolari della Toll House Inn, nel Massachusetts, in cui Ruth cucinava per gli ospiti. Secondo la leggenda un giorno del 1937, mentre preparava l'impasto dei biscotti, si accorse che aveva terminato il cioccolato fondente ed utilizzò una tavoletta di cioccolato, tagliandolo in pezzi e sperando che si sciogliesse lo stesso. Il cioccolato non si sciolse, e così nacquero i biscotti preferiti dagli americani.

Antonino Neri

Leggi anche:

- Milionario a 17 anni: merito di un'app di sua invenzione comprata da Yahoo

- Le 5 invenzioni della Nasa che ci hanno cambiato la vita

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico